Primo Piano

È dentro o fuori: Matera, bisogna iniziare a salvare questo campionato

Roberto Chito
10.11.2018 09:25

Una fase di Trapani-Matera, foto. Giovanni Pappalardo

Il messaggio è stato chiaro: contro la Viterbese non si può più sbagliare. Da sabato scorso, il presidente Rosario Lamberti ha ripetuto questo concetto, che durante la settimana è stato esplicitato ancora di più. La classifica fa davvero paura, in questo momento il Matera è chiamato a portare a casa una vittoria che lo riporterebbe a meno uno, nell’attesa di arrivare a zero e ricominciare daccapo.

Come arriva il Matera? Il momento non è dei migliore. L’entusiasmo post pareggio contro la Casertana è stato subito spezzato dal ko contro il Trapani. In più, durante la settimana ci sono state alcune novità: dall’esonero del ds Volume agli arrivi di Plasmati e Grieco. Due pedine che potranno dare una mano a questa squadra. Ovviamente, per ottenere la salvezza, e agguantare il prima possibile la zona play out, serviranno altri innesti. Il club, a questo sta provvedendo. Normale però, che il Matera deve cominciare a fare punti. Ogni partita e contro ogni avversario, bisogna cercare di portare a casa il massimo. All’inizio, il calendario era favorevole ma non è stato sfruttato. Ora, è arrivato il momento di non sbagliare più.

Come arriva la Viterbese? Al presidente Camilli sono bastate due sconfitte per portare all’esonero di Lopez e a richiamare Sottili. Il nuovo tecnico, però, tanto nuovo non è. Infatti, ha già guidato la squadra della Tuscia in altre due occasioni, oltre a raggiungere i quarti di finale dei play off e la finale di Coppa Italia la scorsa stagione. Sottili dunque, conosce molti dei giocatori in organico. Da capire però, come la stessa Viterbese reagirà a questo cambio, e soprattutto come si adatterà al nuovo modulo. Primo ribaltone messo a segno, con la speranza che qualcosa possa cambiare.

Che partita sarà? Imbimbo è stato chiaro: non preferirebbe barattare lee vittorie con il bel gioco. Per il tecnico irpino, il successo lo si raggiunge solamente se la squadra riesce ad esprimersi al meglio. In questo momento, però, conta più il risultato che il resto. Matera che non può sbagliare e che di fronte si troverà una squadra che è solo alla terza partita in campionato. Potrebbe essere un vantaggio per i biancoazzurri, chiamati a non commettere più errori ed ingenuità: da oggi, è vietato sbagliare.

  

COSÍ IN CAMPO

Stadio: XXI Settembre-Franco Salerno, ore 14.30

MATERA (3-5-2): Farroni, Risaliti, Stendardo, Sepe, Triarico, Garufi, Corso, Ricci, Genovese, Corado, Orlando. A disposizione: Guarnone, Auriletto, Sgambati, Lorefice, Bangu, Hysaj, Grieco, Milizia, Casiello, Scaringella, Dammacco, Plasmati. Allenatore: Imbimbo.

VITERBESE (4-3-3): Forte, De Giorgi, Rinaldi, Sini, De Vito, Baldassin, Bovo, Palermo, Pacilli, Saraniti, Polidori. A disposizione: Micheli, Schaper, Atanasov, Perri, Milillo, Messina, Cenciarelli, Otranto, Damiani, Ngissah, Zerbin, Svidercoshi. Allenatore: Sottili.

ARBITRO: Daniele Rutella di Enna.

PRIMO ASSISTENTE: Gabriele Nuzzi di Valdarno.

SECONDO ASSISTENTE: Mauro Dell’Olio di Molfetta.

Commenti

Girone C, verso l'undicesima giornata - Big match al Pinto: punti importanti in palio. Sabato importante anche per la corsa salvezza. Il programma completo
Matera, dubbio trequartista: si o no? Viterbese, due dubbi per Sottili