Primo Piano

MATERA - La Figc mette la parola fine sul club: restano tanti bei ricordi ma si guarda avanti

Roberto Chito
27.04.2019 15:55

La maglia del Matera Calcio, foto: Sandro Veglia

Il Matera Calcio non esiste più. Con il provvedimento preso in settimana dalla Figc, il club nato nell’estate 2012 dalla fusione con l’Irsinese, è ormai scomparso. Infatti, il presidente Gabriele Gravina ha provveduto a revocare l’affiliazione della società biancoazzurra già esclusa dal campionato di Serie C che ormai si avvia alla conclusione.

È solamente l’ultimo passo prima di chiudere definitivamente una delle pagine più brutte della storia del calcio della Città dei Sassi. Perché da febbraio 2018 in poi, Matera, per quanto riguarda le pagine calcistiche non si è assolutamente fatta contraddistinguere in positivo. Il tutto poi, è terminato il 13 febbraio con la quarta rinuncia. In una fredda serata d’inverno, allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, era la Cavese a decretare l’esclusione dei biancoazzurri. Dopo un campionato di Serie D vinto nella stagione 2013-14, e una finale di Coppa Italia di Serie C persa nella stagione 2016-17, il Matera Calcio è ormai scomparso. In mezzo tanti bei momenti vissuti nell’era Columella.

Fra ascesa e declino, il club biancoazzurro ha vissuto sette anni comunque positivi. Due campionati di Serie D, quattro di Serie C, senza considerare l’ultimo che è stato disputato a metà. Una stagione maledetta quella corrente. Il Matera saluta il professionismo nel peggior modo possibile, dopo aver vissuto comunque ottime pagine. Ci ha pensato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a revocare l’affiliazione al club biancoazzurro.

Perché dopo l’esclusione dal campionato, il Matera poteva comunque ricominciare dai campionati regionali, mantenendo lo stesso titolo sportivo. E ovviamente, anche punti di penalizzazioni e debiti. Tutto questo però, non accadrà. Nei prossimi giorni si penserà a quel che sarà, guardando esclusivamente al futuro, lasciando il passato ai libri di storia.

OLIMPIA MATERA - Origlio indica la strada: "Gara-uno decisiva. Ecco cosa conta ora"
SCIREA CUP - Matera pronto al debutto: ma questa volta il Girone è davvero tosto