Sala Stampa

Imbimbo: "Matera, il Bisceglie una trappola. Mercato? Idee chiare"

Roberto Chito
25.08.2018 18:45

Il tecnico Eduardo Imbimbo, foto: Sandro Veglia

"Sono veramente soddisfatto del lavoro fatto fino a questo momento, nonostante non abbiamo fatto tanti allenamenti. La squadra però, mi sta dando disponibilità e ci sta mettendo impegno. Nei ragazzi vedo duttilità, questo mi rende felice. Però, come detto giovedì siamo veramente al minimo del lavoro". A parlare è il tecnico Eduardo Imbimbo alla vigilia della sfida contro il Bisceglie che si giocherà domani pomeriggio al Ventura.

Il tecnico dei biancoazzurri, a tre giorni dal test amichevole contro il Bisceglie, vedrà nuovamente scendere in campo i suoi. Questa volta, però, si tratta di una partita ufficiale, l’ultima dei biancoazzurri nel Girone L di Coppa Italia. E per giunta contro una formazione della quale si sa poco. Per questo, Imbimbo non si fida per niente: "Sono quel tipo di partite che rappresentano delle trappole e che se non le prepari bene, alla fine rischi davvero di fare brutte figure. Su questo i ragazzi sanno benissimo come la penso. Per questo, guai se la squadra cada in questa trappola rappresentata dal match di domani. Io però, sono convinto che i ragazzi affronteranno la partita contro il Bisceglie al massimo delle loro potenzialità. Anche giovedì, nonostante si sia trattato semplicemente di un match amichevole, la squadra ha ben interpretato la partita, giocando con concentrazione. Proprio per questo, sono convinto che non sbaglieremo nemmeno domani".

Oltre al campo è arrivata l’ufficialità della proroga di una settimana del mercato. Una notizia importante per Imbimbo che fa il punto della situazione: "Avremo tempo per poter fare gli ultimi innesti. L’attuale organico a disposizione, è abbastanza buono. Al suo interno però, dobbiamo portare dei nuovi giocatori di qualità. Questo non solo dal punto di vista tecnico ma anche per quanto riguarda tanti altri aspetti. Qualità che ci serviranno durante l’anno. Ci sono partite da affrontare in un certo modo, e altre in un altro. La gioventù è bella da vedere. Io poi, sono un tecnico che punta molto sui giovani. Però, per non sbagliare, e soprattutto per poter dare tutela ai sacrifici fatti, dobbiamo fare di tutto per non rischiare, cercando quelle pedine che possano essere utili".

Il test di giovedì contro il Picerno, per Imbimbo è stato importante per poter fare un piccolo bilancio su le cose che vanno e su quelle che vanno un po’ meno: "Mi è piaciuto il temperamento di saper stare in campo. Mi è piaciuto il fatto di saper sfruttare al meglio le palle inattive anche se le abbiamo provate davvero poco. Però, nei prossimi giorni incrementeremo anche questo tipo di lavoro. Mi è piaciuto l’ordine con il quale siamo stati in campo. Sappiamo bene che i meccanismi devono ancora migliorare, come per le due fasi di possesso. Non sono scusanti ma abbiamo lavorato poco dal punto di vista tattico in queste settimane".

E la buona notizia è lo slittamento del campionato al 16 settembre. Questo permetterà ad Imbimbo e al suo Matera di lavorare al meglio: "Fortunatamente si tratta di un aspetto che va a nostro favore. Sicuramente, questo rinvio lo sfrutteremo al meglio delle nostre possibilità. Fortunatamente, il campionato, è slittato complessivamente di tre settimane, per questo potremo recuperare il tempo perduto e allinearci alle squadre che sono partite prime di noi".

Commenti

Bisceglie, la probabile formazione: poche carte per Prayer. Il possibile undici
Probabile formazione - Matera, quali convocati? Il possibile undici