Gli Azzurri

ITALIA - Under 20, il sogno continua: poker al Mali e gli azzurrini trovano la semifinale. La cronaca

Redazione TuttoMatera.com
07.06.2019 22:08

L'esultanza dell'Italia, FOTO: ALEX LIVESEY - FIFA.COM

Quando il gioco si fa duro, l’Italia sale in cattedra e dimostra di che pasta è fatta. Faticando per gran parte della partita, contro un Mali super motivato e mai domo anche in dieci contro undici per gran parte della partita, la squadra di Nicolato stacca il pass per le semifinali e di fronte, adesso, si troverà l’Ucraina martedì prossimo.

LA PARTITA – Parte meglio il Mali che costringe Plizzari a diversi interventi. Sia sullo zero a zero, sia quando gli azzurri passano in vantaggio. Perché la partita sembra mettersi sui binari giusti. Italia in vantaggio di un uomo, e soprattutto avanti di una rete per via della sfortunata autorete di Kone. Qualche potenziale occasione per trovare il raddoppio, l’Italia ce l’ha. Ma non la frutta. Un po’ come accaduto contro la Polonia. Solo che questa volta, Koita batte Plizzari e firma il pareggio. Nella ripresa, gli azzurri tornano in vantaggio a mezzora dalla fine: ci pensa Pinamonti a realizzare una rete bellissima. Ma il Mali non ci sta. E dopo venti minuti si rifà sotto: Camara firma il nuovo pareggio.

LA SVOLTA – Lo spettro dei supplementari sembrano essere vicini. Qui però, sale in cattedra Pinamonti che prima si procura un calcio di rigore, e poi lo realizza. È il tre a due: è l’83’ e gli azzurri non possono commettere più errori. E così sarà. Perché il terzo vantaggio rappresenta il punto di svolta, visto che poco dopo Frattesi pennella in rete il pallone del quattro a due, regalando agli azzurri la vittoria. Le emozioni non sono finite. Perché Plizzari è sempre protagonista. Anche nel finale si chiama presente respingendo un calcio di rigore ininfluente per qualificazione e risultato.

   

IL TABELLINO

ITALIA-MALI 4-2

RETI: al 12’ autorete Kone (I), al 38’ S. Koita (M), al 60’ Pinamonti (I), al 79’ Camara (I), al 83’ rigore Pinamonti (I), al 84’ Frattesi (I).

ITALIA (3-5-2): Plizzari, Gabbia, Del Prato, Ranieri, Bellanova, Frattesi, Esposito (al 68’ Bettella), Pellegrini, Tripaldelli, Scamacca, Pinamonti (’al 88 Olivieri). A disposizione: Carnesecchi, Candela, Buongiorno, Colpani, Capone, Gori, Alberio, Loria. Allenatore: Nicolato.

MALI (4-3-3): Y. Koita, Konnan, Fofana (al 91’ Konate), Kanoute, Diaby, Diakite, Kamara, Sissoko, Drame (al 84’ M. Traore), Kone (al 70’ B. Traore), S. Koita. A disposizione: A. Coulibaly, Diarra, Konte, Diarra, Samake, N’Diaye, S. Coulibaly. Allenatore: Kane.

ARBITRO: Elfath (Usa).

ITALIA - Under 21, il punto di Di Biagio: "Si parte per il massimo. Le scelte? Motivate dalla circostanze"
OLIMPIA MATERA - Futuro a rischio? Parla Lorusso: "Questa la situazione attuale per il futuro"