Primo Piano

La Figc avvisa il Matera: c'è un mese di tempo per aggiustare tutto

Roberto Chito
30.08.2018 16:42

La sede della Figc, foto: Fonte Web

Per evitare una multa di 350 mila euro, e una maxi penalizzazione di otto punti, che si andrebbe ad aggiungere ad altri punti che arriveranno nel corso della stagione, il Matera, insieme ad altri club di Serie C e B, è stato chiamato a sostituire la fidejussione presentata con la Finworld, con una nuova.

Un’altra missione per il club biancoazzurro, presieduto dal presidente Andrisani e dall’avvocato Ripoli. Con i vertici societari che stanno cercando la giusta strada per poter assicurare al club una stabilità economica, di giorno in giorno, escono sempre più problemi. In verità, quello della fidejussione era già uscito in precedenza. È un problema che risale alla gestione Columella che era già stato avvisato dalla Covisoc di sostituire l’attuale fidejussione, con una nuova. Le multe sono salate, come i punti di penalizzazioni che potrebbero pregiudicare una stagione.

Altro lavoro straordinario, oltre a quello in essere per Andrisani e Ripoli che hanno un mese a disposizione per poter cercare di ottemperare a questo problema, cercando di trovare una soluzione. Infatti, sarebbe un autogol non sostituire la fidejussione per poi avere una multa dello stesso importo, e soprattutto una maxi penalizzazione di otto punti che dovrebbe essere pari a quella che i biancoazzurri dovranno scontare in questa stagione.

Commenti

Matera, che bel colpo: c'è il ritorno ad un trofeo importante
Difesa, centrocampo e attacco: Matera, dove gli ultimi tasselli? Parte la missione del ds Volume