Basket

OLIMPIA MATERA - Dalla festa al presente: occhio alle diverse insidie nel girone di ritorno

Roberto Chito
10.01.2020 19:20

La gioia dei biancoazzurri, FOTO: OLIMPIAMATERA.IT-ROBERTO LINZALONE

Dall’entusiasmo al presente. Perchè domenica si torna in campo e bisogna tornare con i piedi per terra. Smaltita la sbornia per la qualificazione in Coppa Italia, per l’Olimpia Matera è arrivato il momento di guardare avanti, al presente immediato e soprattutto al futuro. Ora c’è un secondo posto da difendere e il girone di ritorno che comincia domenica si preannuncia più difficile del previsto.

Le trasferte a Salerno e Palestrina sono le prime insidie, ma non le uniche. Ora i punti cominceranno a pesare tantissimo e bisognerà fare attenzione a qualsiasi avversario. Non solo a quelle che lottano per i play off, ma soprattutto a quelle che devono salvarsi. E fra queste, c’è Formia. Domenica pomeriggio, Battaglia e compagni sono attesi da questa sfida ostica. I laziali, infatti, si trovano in piena zona play out e hanno concluso il girone d’andata al quartultimo posto con soli dieci punti conquistati. Per l’Olimpia Matera è sicuramente una partita da non sbagliare.

E queste sfide, soprattutto in trasferta si preannunciano difficili. Un po’ come accaduto ad Avellino, quando i biancoazzurri si sono trovati di fronte a grattacapi non di poco conto. Alla fine, però, la differenza di organico e le qualità sono uscite fuori. Da domenica sera comincia una nuova storia: l’Olimpia Matera, adesso deve dare continuità alle nove vittorie consecutive per continuare a mantenere il secondo posto in classifica.

GIRONE C - Rieti, il nuovo anno parte malissimo: arriva la penalizzazione l'ultimo posto. La nuova classifica
CITTÀ DEI SASSI - Domani si riparte: c'è il Castelsaraceno per la prima trasferta dell'anno