Serie A

SERIE A - Roma, parte l'era Fonseca: "Questo il mio desiderio prima di andare via. Obiettivi? Ben chiari con un mercato attento"

Roberto Chito
08.07.2019 16:00

Il tecnico Paulo Fonseca, FOTO: ASROMA.COM

"Visto quanto è accaduto in questi anni e i tanti allenatori cambiati, il sentimento di paura non mi condiziona. Non è uno scenario che può spaventarmi. Come sempre, a parlare saranno sempre i risultati. Un allenatore è condizionato, e soprattutto, viene valutato dagli effetti prodotti". Sono le prime parole di Paulo Fonseca nella conferenza stampa di presentazione da tecnico dei giallorossi.

L’ex tecnico dello Shakthar Donetsk ha affrontato i giallorossi da avversario ed è rimasto affasciando dall’ambiente dell’Olimpico: "Quella volta non mi fu andata bene, perché lavoreremo per ritrovare quel tipo di ambiente che potrebbe essere la forza in più per noi. Parlando con il presidente Pallotta, non mi ha richiesto un obiettivo in particolare. Però, sappiamo bene che la Roma deve tornare al più presto in Champions League e per riuscirci serve costruire una squadra forte e lavorare duramente. Non faccio nessun tipo di promesse ma lavoreremo al massimo per ottenere ottimi risultati. Entro il termine del mio contratto, mi piacerebbe vincere un trofeo".

Il tutto passa dal mercato, perché la Roma è un cantiere aperto e Fonseca spiega: "Ci servono quei giocatori che si calino al meglio nella realtà giallorossa e che diano il massimo per ottenere risultati. Questo vale per chi c’è già e per chi arriverà. Ovviamente, con il ds Petrachi stiamo al lavoro per poter individuare quelle pedine che possano fare al caso nostro per poter accrescere il valore di questa squadra. Dobbiamo ponderare tutte le decisioni per non commettere errori".

SERIE A - Napoli, la ricetta di Ancelotti: "Quest'anno dobbiamo competere con le altre. Icardi? Ottimo giocatore, ma questa è la situazione"
SERIE A - Milan, parte l'era Giampaolo: "Un percorso lungo. Solo una strada per i risultati". Boban: "Scelta chiara fin da subito"