Basket

OLIMPIA MATERA - La rimonta si infrange all'overtime: a Corato è ko dopo una grande ripresa

Roberto Chito
06.10.2019 23:40

Una fase del match, FOTO: ROBERTO LINZALONE-OLIMPIAMATERA.IT

La resa arriva nel tempo supplementare. Dopo averla riportata sul 58-58 nell’ultimo quarto, l’Olimpia Matera cade nell’overtine. Il massimo sforzo, non produce punti. Così, il roster di Origlio rimedia il primo ko della stagione. A Corato, infatti, l squadra neroverde la spunta per 75-66, trovando nel tempo supplementare l’allungo decisivo per portare in porto la partita. Beffa per l’Olimpia Matera che rimedia la prima sconfitta del proprio campionato.

Partita che non comincia affatto bene per i biancoazzurri, chiamati subito ad inseguire: Corato parte forte, portandosi subito sull’8-0. A Matera manca la reazione e si arriva al 17-8 a fine primo quarto. Nove punti di svantaggio per i biancoazzurri che nel secondo quarto vedono Corato gestire al meglio la partita. La reazione però c’è, anche se il gap da colmare è vistoso: al 20’ così si arriva al parziale di 38-25. Un -13 che materiale importante per coach Origlio che negli spogliatoi cerca subito di riorganizzare i suoi. E si vede. Perché dal terzo quarto, la partita cambia. Perché Matera torna in campo più concentrato e riesce a riaprire il match, grazie anche alla bomba di Panzini che avvia il terzo quarto nel migliore dei modi. All’ultimo intervallo, però, si va con soli nove punti di svantaggio.

E nell’ultimo tempo, succede l’incredibile. Matera prova il tutto per tutto, tanto da arrivare a -5 a quasi due minuti dal gong. Pressione e massimo sforzo per arrivare al 58-58 che porta il match al tempo supplementare. È qui però, che la squadra di Origlio crolla. Perché Corato si sveglia e all’inizio del quinto quarto firma un più sei che sembra decisivo. Non ci sta Matera che trova la reazione con Smorto, bravo a firmare una tripla per poi arrivare a -2. Si tratta solamente dell’illusione di una nuova rimonta. Corato non si fa sorprendere e firma subito un nuovo allungo, andando a più otto e chiudono al meglio la partita.

     

IL TABELLINO

CORATO-MATERA 75-66

PARZIALI: 17-8, 21-17, 15-17, 5-16, 17-8.

CORATO: Stella 25 (4 su 7 e 3 su 5), Grilli 21 (7 su 8 e 1 su 7), Brunetti 9 (2 su 6 e 0 su 3), Yabre 8 (4 su 7 e 0 su 0), Serroni 8 (1 su 5 e 2 su 6), Idiaru 4 (1 su 3 e 0 su 7), Pisoni 0 (0 su 1 e 0 su 0), Cioppa 0 (0 su 1 e 0 su 2). Non entrati: Messina, Ivona, Di Gennaro, Sereni. Allenatore: Gesmundo.

MATERA: Smorto 15 (4 su 6 e 2 su 4), Antrops 13 (4 su 6 e 1 su 9), Dip 12 (6 su 10 e 0 su0), Panzini 10 (2 su 4 e 1 su 6), Buono 9 (2 su 3 e 1 su 5), Staffieri 3 (0 su 0 e 1 su 2), Battaglia 2 (1 su 4 e 0 su 4), ario Mancini 2 (1 su 1 e 0 su 0). Non entrati: Centoducati, Antonaci, Lopane. Allenatore: Origlio.

NOTE: Tiri da due punti: 19 su 37 per Corato e 20 su 32 per Matera. Tiri da tre punti: 6 su 30 per Corato e 6 su 30 per Matera. Tiri liberi: 19 su 24 per Corato e 8 su 13 per Matera. Assist: 11 totali con 4 di Stella per Corato e 7 totali con 2 di Dip e Buono per Matera. Rimbalzi: 39 totali con 10 di Brunetti per Corato e 30 totali con 11 di Antrops per Matera.

GIRONE C - I match delle 17.30: La Reggina spreca, il Catanzaro no. E il Monopoli vola
SERIE A - La settima giornata: la Juventus sbanca San Siro e torna in vetta. Vola l'Atalanta, e il Napoli pareggia