Primo Piano

MATERA - L'assessore Tragni è chiaro: "Pronti alla ripartenza". Quale futuro?

Roberto Chito
31.03.2019 17:38

Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, foto: Sandro Veglia

"Dopo il fallimento del Matera Calcio predisposto dal Tribunale di Matera, ci stiamo adoperando per poter mettere a punto tutte quelle iniziative per poter far ripartire il calcio nella Città dei Sassi". Sono le parole di Giuseppe Tragni, assessore allo sport del Comune di Matera che fa il punto della situazione.

Nel corso della trasmissione Dribbling su Rai Due, è andato in onda un bellissimo servizio realizzato dal giornalista Saverio Montingelli che settimana scorsa era nella Città dei Sassi per ascoltare varie opinioni. Ovviamente, anche quelle di chi al momento ha il pallone fra i piedi: l’amministrazione comunale. Si aspettano quei passi decisivi per poter avviare la famosa manifestazione d’interesse per poter far ripartire il calcio nella Città dei Sassi dopo la bruttissima pagina che tutta Matera ha vissuto in quest’ultima annata. Anche se bisogna precisare che i guai sono cominciati già una stagione fa. E nel giro di un anno, c’è stata una caduta verticale.

L’assessore Tragni, dunque, ai microfoni di Dribbling ha affermato che a breve ci saranno maggiori novità per quanto riguarda la ripartenza del calcio nella Città dei Sassi. Dunque, il mese di aprile potrebbe essere quello decisivo per poter capire chi imprenditore si presenterà alla manifestazione d’interesse. Aprile, o maggio al massimo, dovrebbero essere i tempi giusti per il nuovo Matera. Ovviamente, la formalizzazione dell’iscrizione potrà essere fatta solamente entro il 24 giugno.

Però, da un certo punto di vista sarà importante dar tempo alla sua società di riorganizzare il tutto, mettere su un progetto e partire senza nessuna corsa contro il tempo. Progetto che passerà solamente attraverso l’ispezione del Comune. Perché per aggiudicarsi il titolo sportivo del Matera, bisognerà partecipare a questa manifestazione d’interesse, passo fondamentale per poter avere il nuovo titolo sportivo e cominciare dalla Serie D.

Non resta che aspettare la nota ufficiale del Comune. L’assessore allo sport Giuseppe Tragni, però, ha rassicurato tutti che il Comunque, adesso è pronto a fare la propria parte. Un ruolo fondamentale e decisivo, per far sì che i riflettori del XXI Settembre-Franco Salerno, dopo che si son spenti lo scorso 13 febbraio, possano tornare a riaccendersi come la passione di una tifoseria ferita.

Commenti

SERIE A - Ventinovesima giornata, i match delle 15.00: Napoli travolgente, Roma schianta. Spal, blitz salvezza. Pari al Franchi
GIRONE C - I match delle 16.30: Juve Stabia, ma che fai? E il Trapani è dietro adesso