Primo Piano

MATERA - Comune, siamo a metà settimana: cosa aspettare ancora? L'attesa aumenta e non fa certo bene

Dal 25 aprile un silenzio che preoccupa i tifosi: quando la pubblicazione del bando per la manifestazione d'interesse?

Roberto Chito
08.05.2019 16:00

Il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, foto: Fonte Web

Tutto tace. Stiamo per arrivare a metà maggio e dal Comune di Matera, non ci sono novità per quanto riguarda il bando relativo alla manifestazione d’interesse per poter far partire il nuovo ciclo calcistico nella Città dei Sassi. Al momento, le tante promesse fatte dall’amministrazione comunale non si stanno sposando con i fatti. Si temporeggia, e ovviamente si perde tempo prezioso.

TROPPA ATTESA – E pensare che all’indomani dell’esclusione del Matera Calcio dal campionato di Serie C 2018-19, il Comune di Matera attraverso un comunicato aveva rassicurato tutti. Come? Dichiarando di voler avviare le procedute per poter far partire una manifestazione d’interesse, fondamentale per poter applicare l’articolo 52 delle Noif. Tante parole e tante promesse, come anche gli incontri fatti con i tifosi. Per ultima, la lettera inviata alla Figc. Per il resto, tutto tace. Da quel 25 aprile, non ci sono novità. Troppa attesa in questo momento che sicuramente non porta a niente di buono. Attesa che non fa altro che creare sempre più tormenti in un qualcosa che doveva essere fondamentale per la Città.

BOCCHE CUCITE – Eppure, da parte di Palazzo di Città è tutto ancora fermo e silente. L’assessore allo sport Giuseppe Tragni non risponde al telefono senza dire come stanno realmente le cose. I tifosi, però, cominciano davvero a spazientirsi. Il comitato di controllo, ha posto come termine ultimo questo fine settimana per poter permettere al Comune la prestazione del bando. Dopodichè, potrebbe esserci una manifestazione pubblica contro l’immobilismo del Comune che in questo momento dovrebbe fare soprattutto da garante.

COSA ASPETTARE? – Il tempo, dal miglior alleato, in questo momento sta per trasformarsi come il peggior nemico. Perché c’era tutto il tempo di fare le cose nel miglior modo possibile, avviando la manifestazione d’interesse anche ad aprile e permettere alla nuova società di cominciare a lavorare. Perché una stagione sportiva va programmata, e questo il Comune lo deve pur sapere. Dunque, cosa aspettare?

PASSO FALSO – Nella nascita del nuovo Matera, un piccolo passo falso sembra essere stato fatto. Perché ripartire in questo modo, con settimane di silenzio e di attesa non sembra essere il passo giusto. La speranza è che il Comune possa sciogliere tutte le riserve il prima possibile per poter permettere al calcio biancoazzurro di ripartire, e soprattutto di far tornare una città intera a parlare di calcio.

SERIE A - Juventus, è arrivato il momento di decidere il futuro: incontro Agnelli-Allegri imminente con diversi argomenti spinosi
COPPA ITALIA SERIE C - Atanasov manda in estasi la Viterbese: arriva la Coppa e i play off, Monza ko