Barella e Kean lanciano la giovane Italia: e gli azzurri partono bene

Roberto Chito
23.03.2019 22:55

L'esultanza degli azzurri, foto: Fonte Web

Chi si aspettava una goleada è rimasto deluso. Oggi, però, il calcio è cambiato e tutti gli avversari non sono semplici da affrontare. L’Italia, però, va e lo fa con due giovanissimi: Barella e Kean che firmano la vittoria sulla Finlandia. Un due a zero importante, che regala agli azzurri i primi tre punti in questo Girone per le qualificazioni in vista dei prossimi europei. Un primo passo verso un obiettivo da raggiungere nei prossimi mesi.

Nel primo tempo, com’era prevedibile è l’Italia che prova a fare la partita. Prova, perché contro una difesa a cinque non è facile. Eppure, per sbloccare questo tipo di match, servono i calci piazzati. E alla prima vera occasione, gli azzurri trovano il gol. Al 6’ è Verratti che batte un’ottima punizione: la difesa devia ma regala il giusto assist a Barella che insacca la palla all’angolino, mettendo ko Hradecky. Sembra essere l’inizio di una nuova partita. Ed invece, non è così. Perché la Finlandia di scoprirsi non ne ha nessuna intenzione. L’Italia, il pallino del gioco lo ha sempre in mano ma ha difficoltà nel concludere. L’occasione giusta arriva all’11’ con un ottimo spunto di Kean che mette un buon pallone al centro per Piccinni che ci prova: palla a lato. Al 26’ ci prova anche Bernardeschi: palla sul fondo. I ritmi si abbassano, la Finlandia si difende molto bene e l’Italia non fa altro che collezionare tanto possesso palla ma senza riuscire a sfondare. Gli scandinavi nel finale di tempo si affacciano dalle parti di Donnarumma ma senza creare pericoli. E al 41’ gli azzurri hanno un’altra chance: Immobile vince un rimpallo, Hradecky sbroglia la matassa ma Kean non riesce a concludere al meglio.

Nel secondo tempo, il canovaccio della partita è un po’ lo stesso. L’Italia fatica a sfondare, la Finlandia si chiude bene e prova anche a sorprendere gli azzurri. Lo fa al 19’ quando sfiora il pareggio: Lod mette al centro un ottimo pallone per Pukki che tutto solo manda di un niente a lato. Gli scandinavi credono al pareggio e creano non pochi problemi agli azzurri che nel momento più complicato riescono a trovare la rete della tranquillità. E infatti, su una ripartenza è Immobile che fa tutto da solo, trova un corridoio per Kean che si infila e manda ko il portiere finlandese. Sul due a zero Mancini è più tranquillo e cambia qualcosa. In campo, mette un certo Quagliarella che appena entra in campo sfiora la rete in due occasioni. Prima al 35’ su cross di Bernardeschi: trova l’incornata ma Hradecky compie il miracolo in corner. Poi, prova a piazzarla: palla di poco alta.

Magari non è stata una bella Italia ma contro questa Finlandia non era facile. Arriva la prima vittoria in vista delle qualificazioni per Euro 2020 che è l’obiettivo per questa Italia che parte davvero bene. C’è tanto da fare, come giusto che sia. Vincere, però, non è sempre facile, né tantomeno così scontato come si pensa. Il due a zero sulla Finlandia fa sicuramente ben sperare in vista di un obiettivo da costruire e raggiungere nei prossimi mesi.

   

IL TABELLINO

ITALIA-FINLANDIA 2-0

RETI: al 6’ pt Barella (I), al 28’ st Kean (I).

ITALIA (4-3-3): Donnarumma, Piccini, Chiellini, Bonucci, Biraghi (dal 45’ st Spinazzola), Barella, Jorginho, Verratti (dal 39’ st Zaniolo), Kean, Immobile (dal 33’ st Quagliarella), Bernardeschi. A disposizione: Sirigu, Cragno, Mancini, Pavoletti, Grifo, Sensi, Romagnoli, Politano, El Shaarawy. Allenatore: Mancini.

FINLANDIA (5-3-2): Hradecky, Granlund (dal 44’ st Soiri), Toivo, S. Vaisanen, Arajuri, Pirinen, Lod, Sparv, Kamara, Pukki (dal 37’ st Karjalainen), Hamalainen (dal 24’ st Lappalainen). A disposizione: Joronen, Jaakkola, Tajlor, Jensen, Schuller, Kauko, L. Vaisanen, Samusalo, Lam. Allenatore: Markku.

ARBITRO: Grinfeld (Israele).

NOTE: Serata tranquilla su Udine. Terreno di gioco in ottime condizione. Ammoniti: Piccini (I) e Sparv (I). Angoli: 5-0 per l’Italia. Recupero: 0’ primo tempo e 3’ secondo tempo. Spettatori: 24.000 circa con 600 ospiti.

Le formazioni ufficiali di Italia-Finlandia: conferme per Mancini, Markku si copre
Mancini: "Meglio la ripresa, ci sono ancora errori. I giovani? Hanno tanta qualità"