Il Personaggio

L'amarcord di Strambelli: Due anni da assoluto big in biancoazzurro

Roberto Chito
12.06.2018 22:25

L'attaccante Nicola Strambelli, foto: Sandro Veglia

In campo il suo lo ha sempre fatto. Due stagioni di bei gol e assist importanti. Dal primo momento in cui Nicola Strambelli ha indossato la maglia biancoazzurra, ha sempre dato il massimo, risultato spesse volte decisivo per la squadra materana. Per la categoria è considerato un vero e proprio top player. E ovviamente, lo ha dimostrato anche in campo attraverso delle ottime prestazioni.

I numeri, infatti, giovano dalla parte di Nicola Strambelli. L’attaccante barese, nella prima stagione è stato davvero straripante. Ben sette reti e otto assist messi a segno. Impressionante nella prima parte di annata, quando il Matera di Auteri era primo in classifica, mettendosi alle spalle Lecce, Foggia e Juve Stabia. Nel tridente con Carretta e Negro, Strambelli ha anche fatto la prima punta. Il cosiddetto falso nueve. Un ruolo diverso per lui, che nasce esterno e che sicuramente ama giostrare con il pallone fra i piedi. Nonostante questo, però, ha sempre dato il proprio contributo.

Nell’annata appena terminata, Strambelli ha giocato un po’ dappertutto. Auteri, per una questione di esigenza lo ha provato anche come centrocampista centrale. Era un esperimento inziale che alla fine ha avuto i suoi frutti. Strambelli, poi, è stato inserito anche nelle sua posizione naturale: quella di trequartista. Proprio in quel ruolo ha fatto vedere tutte le qualità. In un certo punto della stagione, il Matera sembrava essere anche Strambelli dipendente.

    

IL RENDIMENTO

STAGIONE 2016-2017

Campionato: 34 presenze, 5 reti e 6 assist.

Coppa Italia: 7 presenze, 2 reti e 2 assist.

Tim Cup: 2 presenze.

Play Off: 2 presenze.

   

STAGIONE 2017-18

Campionato: 22 presenze, 4 reti e 3 assist.

Tim Cup: 2 presenze.

   

TOTALE: 69 presenze, 11 reti e 11 assist.

Commenti

Dall'amore all'odio in pochi mesi: Matera-Strambelli, una storia finita davvero male
Si pensa al futuro: Strambelli, dove andrai adesso? La situazione