Primo Piano

ESCLUSIVA - Chisena: "Oggi siamo una bella realtà. I numeri? Siamo di un'altra categoria"

Roberto Chito
24.12.2019 10:32

Il tecnico-giocatore Tonio Chisena, FOTO: SANDRO VEGLIA

"Quando ti trovi primo in classifica, e soprattutto hai messo insieme tutti questi numeri, significa che non sei affatto una squadra di Seconda Categoria. E il campo lo sta dimostrando. Proprio per questo, dobbiamo sentirci tutti orgogliosi di far parte di questo gruppo". Inizia così, la lunghissima intervista che il giocatore-allenatore Tonio Chisena dell’Usd Matera, ha rilasciato a TuttoMatera.com per poter tracciare un primo bilancio di questa prima parte di campionato dei biancoazzurri.

SUL BILANCIO: "Si è trattato di un girone d’andata a dir poco stratosferico per noi. Dopo dieci partite siamo andati ben oltre le aspettative. Bisogna anche considerare il fatto che abbiamo avuto davvero pochissimo tempo per poter allestire la rosa. Sono davvero numeri importanti per questa categoria che per alcuni sembra essere facile ma per diversi aspetto non lo è affatto".

SUL PROGETTO: "Da un’idea nata da amici, in estate, sotto l’ombrellone, è nata questa bella realtà calcistica. Con il presidente Battilomo abbiamo deciso di dar via a questo nuovo progetto. Poi, sulla nostra strada abbiamo incontrato l’unione di intenti con Tommaso Taccardi e Nunzio Papangelo per far nascere un unico progetto. Oggi, posso davvero dire che siamo una bellissima realtà".

SULL’ENTUSIASMO: "Abbiamo avuto riscontri positivi da parte di tutto l’ambiente materano: tutto questo ci rende davvero orgogliosi. Ci sentiamo molto gratificati perché stiamo lanciando dei messaggi positivi alla città e a tutto l’ambiente. Non abbiamo mai voluto avere un profilo alto. Semplicemente era un modo per poter dare dei segnali a tutto l’ambiente, rimasto mortificato dalle vicissitudini che hanno portato alla mancata ripartenza del calcio in estate. Matera ha vissuto il momento più brutto della sua storia calcistica. Noi, però, invece di star lì a lamentarci, ci siamo rimboccati le maniche, decidendo di scendere in campo e ripartire da zero".

SUI TRAGUARDI: "Non so dove arriveremo. Siamo una realtà tutta genuina e materana che spero possa accompagnarci il più a lungo possibile".

SUL PERCORSO: "I numeri che abbiamo messo insieme in questa prima parte di stagione sono davvero emblematici. Numeri che lasciano poco spazio alle parole. Siamo stati un rullo compressore. Abbiamo voluto inculcare, sin dal primo momento, nei ragazzi una mentalità vincente. Siamo il Matera e vestiamo una maglia prestigiosa. Per questo, dobbiamo scendere in campo sempre con l’obiettivo di vincere tutte le partite".

SULLE AVVERSARIE: "Sono squadre che troviamo agguerrite e con il coltello fra i denti nell’affrontarci. Nessuno ci ha regalato nulla, e soprattutto nessuno lo farà in vista del girone di ritorno. Non mi fido mai di nessuna squadra che andiamo ad incontrare. Abbiamo messo insieme dieci vittorie, di cui quattro in casa e ben sei in trasferta. E sappiamo tutti cosa vuol dire andare a giocare lontano da casa in queste categorie".

SULLA PAUSA: "Stacchiamo per una settimana. Poi, dobbiamo metterci immediatamente sotto per allenarci e mantenere sempre il motore caldo".

SUL GIRONE DI RITORNO: "Mi aspetto che i ragazzi mantengano la concentrazione alta. Sulle qualità e potenzialità di questo gruppo, posso davvero dormire sonni tranquilli. L’unica cosa che mi preme è mantenere sempre alto il livello di concentrazione perché l’aspetto fondamentale è quello mentale".

SU GIACONELLI: "Sono davvero contento per lui che sia andato a giocare in Eccellenza. Mi auguro che possa migliorare sotto il profilo caratteriale, perché a livello tecnico e tattico stava davvero crescendo molto. Poi, con questa opportunità, potrà ancora migliorare".

GIRONE C - Ufficiale: Avellino, clamoroso colpo di scena: Di Somma lascia al veleno. E ora cosa farà Capuano? La situazione
USD MATERA - Altre pedine pronte al grande salto di categoria? Apprezzati già in due