Mondo Calcio

Nazionale, Mancini: "Vorrei che la mia Italia fosse così. Dalle delusioni si riparte"

Redazione TuttoMatera.com
21.05.2018 11:02

Il neo ct Roberto Mancini, foto: Figc.it

"Il mio obiettivo è riportare l’Italia dove merita. Vorrei che questa venisse chiamata la Nazionale della rinascita". Musica e parole di Roberto Mancini, neo ct degli azzurri, che ieri pomeriggio, ha partecipato ad una serie di appuntamenti-evento e televisivi, in cui, a tre giorni dal suo primo raduno, lancia interessanti messaggi.

Qualche giorno dopo la presentazione ufficiale a Coverciano, Mancini approfondisce i concetti: "Da una grande delusione possono nascere grandissimi trionfi. Io, però, sono fiducioso. Anche nei momenti difficili si è trovato l’orgoglio per ripartire. I giocatori che faranno parte di questo progetto devono sognare di riportare l'Italia in cima al mondo. Da commissario tecnico, spero di riprendermi quelle soddisfazioni che non mi sono preso da giocatore, con i dovuti interessi. Anche al mondiale in Spagna l’Italia non era favorita ma riuscì a trovare la sua strada. E non è detto che questa Nazionale non possa trovare la sua".

Il percorso, però, non sembra essere dei più semplici. Ora sotto con Arabia Saudita, Francia e Spagna prima della Nations League di settembre. Sabato è nato un nuovo gruppo, ma le qualità non sembrano essere eccelse. Così, Mancini: "In passato ne abbiamo avuti tanti, forse troppi. Ora sono un po’ meno ma io resto fiducioso. Ci sono giocatori bravi, bisogna aspettare e dargli fiducia, avremo un buon futuro. Siamo una delle potenze mondiali, abbiamo 50 milioni di allenatore, è importante".

Commenti

Napoli, botta e risposta De Laurentiis-Sarri: futuro incerto. E spuntano le soluzioni
Matera-Salandria, deciso il futuro. L'agente: "Questa la decisione"