Primo Piano

Matera-Lamberti, ci siamo? Ecco quando sarà la giornata decisiva

Roberto Chito
13.10.2018 12:00

Rosario Lamberti al momento della presentazione, foto: Emanuele Taccardi

Lunedì, molto probabilmente sarà la giornata decisiva. Il Matera potrebbe passare da Nicola Andrisani a Rosario Lamberti. Dopo una serie di tira e molla nelle ultime ore, il club biancoazzurro potrebbe trovarsi di fronte all’ennesima svolta degli ultimi mesi. Colui che il 18 luglio stipulò il contratto preliminare di vendita con Saverio Columella, potrebbe tornare al timone della società biancoazzurra. Questa volta però, le cose sono cambiate.

A guidare la società della Città dei Sassi c’è Nicola Andrisani, materano verace che nella giornata di ieri ha ammesso l’esistenza della trattativa con l’editore avellinese. Nella giornata di mercoledì, Andrisani e Lamberti si sono incontrati per la seconda volta nel giro di una settimana. L’accordo non è stato trovato, dopo un confronto, come ha affermato l’attuale presidente dai toni molto accesi. La porta, però, non si è chiusa come aveva affermato Lamberti a TuttoMatera.com, dicendo che aveva chiuso con la squadra di calcio ma non con la Città. Una serie di intermediari vicini all’editore avellinese, hanno ripreso in mano la situazione, tant’è che nelle ultime ore c’è stato un nuovo sostanziale avvicinamento.

Fra domani e dopo domani potrebbe esserci la svolta. Lunedì è stato fissato l’incontro decisivo per poter arrivare ad una soluzione definitiva. Il Matera dovrebbe passare da Nicola Andrisani a Rosario Lamberti. Gente vicina a quest’ultimo afferma che il progetto che ha in mente l’avellinese è davvero importante. Non resta che aspettare l’evolversi degli eventi. Il futuro del Matera potrebbe molto presto conoscere l’ennesima svolta, con la speranza che sia la soluzione definitiva a tutti i problemi in modo da poter cominciare a parlare solamente di calcio giocato.

Commenti

Emorragia da fermare: Matera, non sbagliare. Punti per tanti obiettivi
Matera, il dubbio è la posizione di Sepe: le soluzioni. Virtus, ci sono due dubbi per Zavettieri