Basket

OLIMPIA MATERA - Una serata da urlo: Palestrina ko, e pass per la Coppa Italia centrato. La cronaca

Roberto Chito
05.01.2020 20:55

L'esultanza dell'Olimpia Matera, FOTO: ROBERTO LINZALONE-OLIMPIAMATERA.IT

E’ davvero qualcosa di incredibile. Questa Olimpia Matera non si ferma più. La squadra di coach Agostino Origlio manda ko anche la capolista Palestrina. Al Pala Lanera è festa biancoazzurra, grazie alla vittoria per 90-77 che permette ai materani di mettere in ghiaccio il secondo posto, andare a meno due dalla vetta, e soprattutto centrare la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Il 2020, non poteva cominciare nel modo migliore.

Palestrina dimostra tutto il proprio valore in avvio di partita: il 6-0 iniziale non demoralizza l’Olimpia Matera che trova subito la reazione giusta per riprendere la partita in mano e rispondere subito sul campo. Palestrina non molla, ma dal 13-12, l’Olimpia Matera comincia a prendere il largo. Sotto i colpi di Panzini, che realizza subito nove centri, e Staffieri che ne mette a segno cinque, i biancoazzurri fanno loro il primo quarto per 25-18. Il secondo tempo, è sicuramente quello più combattuto. Matera riparte nel migliore dei modi ma Palestrina non molla e con la tripla di Agbogah si porta a più due. Contro-offensiva dei biancoazzurri che con Battaglia, Staffieri e Dip trovano subito il più otto, portando il risultato sul 33-25.

Le emozioni sono tante con Palestrina che dimostra di non essere capolista per caso. Con Rischia e Cacace, la squadra laziale si riporta a meno uno. E’ un batti e ribatti continuo che vede Matera e Palestrina lottare colpo su colpo. A Cacace e Rischia, si aggiunge anche Mastroianni che prova il primo allungo per gli ospiti. Poi, ci pensa Battaglia a ridurre il passivo: 43-44 con Smorto che sbaglia la tripla del vantaggio. Nel terzo quarto è ancora Matera a comandare la partita trovando subito il più due che ribalta lo svantaggio. Poi, la tripla di Battaglia e Dip firmano addirittura il più undici che permette a Matera di gestire al meglio.

Ma nel finale, arriva la risposta di Palestrina con la tripla di Rischia firma il meno tre e riapre definitivamente il match, rendendo gli ultimi dieci minuti davvero avvincenti. Qui, però, non c’è storia. Perchè l’approccio finale dell’Olimpia Matera è impeccabile: il più otto dà la sensazione di aver messo la partita in ghiaccio. Il divario con Palestrina non fa altro che aumentare: perchè i biancoazzurri arrivano addirittura a undici punti di vantaggio, e grazie alle triple finali di Battaglia concludono addirittura con un più tredici.

Numeri che la dicono tutta su una partita domenica. Per l’Olimpia Matera è la nona vittoria consecutiva. Questa, però, ha un sapore diverso rispetto alle altre. Sono due punti che permettono alla squadra di coach Origlio di qualificarsi alla fase finale della Coppa Italia che si giocherà a marzo. Un primo grande traguardo centrato. E poi, da questa sera la vetta è distante solamente due punti. E c’è un girone di ritorno da giocare.

    

IL TABELLINO

OLIMPIA MATERA-PALESTRINA 90-77

PARZIALI: 25-18, 18-26, 21-17, 26-16

OLIMPIA MATERA: Mancini 6, Staffieri 13, Panzini 14, Smorto 2, Dip 20, Battaglia 26, Buono 5, Antonaci 4. Non entrati: Antrops, Lopane e Centoducati. Coach: Origlio.

PALESTRINA: Mastroianni 12, Cacace 17, Rischia 21, Bartolozzi 8, Barsanti 7, Agbogan 9, Mennella 3, Rossi 0. Non entrati: Moretti, Mattarelli, Egwoh e Cecconi. Coach: Ponticiello.

REALIZZATORI: 26 Battaglia (OM) e 21 Rischia (P).

NOTE: Tiri da due punti: 24 su 42 per Matera e 22 su 43 per Palestrina. Tiri da tre punti: 8 su 21 per Matera e 4 su 19 per Palestrina. Tiri liberi: 18 su 27 per Matera e 21 su 29 per Palestrina. Assist: 23 totali con 9 di Buono per Matera e 17 totali con 7 di Rischia per Palestrina. Rimbalzi: 41 totali (10 offensivi e 31 difensivi) con 14 di Dip e 32 totali (9 offensivi e 23 difensivi) con 9 di Bartolozzi. Falli Matera: 27 fatti e 20 subiti. Falli Palestrina: 22 fatti e 25 subiti. Usciti per cinque falli: Smorto per Matera e Mastroianni e Cacace per Palestrina.

SERIE D - Girone H, il Bitonto riparte col botto: Taranto e Cerignola risalgono. Il punto
SASSI MATERA - Buon test in quel di Trebisacce: ottime indicazioni per Contangelo