Mondo Calcio

Nazionale, Di Biagio: "Futuro non priorità, conta solo ripartire al meglio"

Redazione TuttoMatera.com
19.03.2018 14:41

Il ct Luigi Di Biagio, foto: Figc.it

"So che mi sto giocando qualcosa, e per questo cercherà di mettere in difficoltà chi dovrà scegliere, ma al momento non è priorità. Il nostro problema sono queste due partite, perché non vogliamo perdere ma fare bene". Sono le parole di Luigi Di Biagio, ct in pectore in attesa della decisione della Figc sulla panchina azzurra nei prossimi mesi. Se il suo futuro non è la priorità, è importante riavviare il nuovo corso azzurro: "Purtroppo il passato non si può cambiare. Non siamo ai livelli delle più forti del mondo, ma nemmeno fra le peggiori. Si può ricreare una squadra, ripartendo da giocatori che ho visto crescere nel giro di questi anni. Abbiamo diverse certezze, perché tanti giocatori sono titolari nelle loro squadre di club". Poi, ovviamente, non si può che parlare delle scelte relative alle convocazioni: "Tutti i giocatori che sono qua, giovani e meno giovani, mi servono per giocare. Balotelli? I numeri non sono determinati, perché devono essere condite in certe prestazioni. L’ho guardato e ho valutato. Ho fatto le scelte migliori per la squadra. Buffon? È un monumento, oltre che un valore aggiunto dentro e fuori dal campo. Giocherà una o due partite, e a parte lui abbiamo altre due portieri validissimi. Cutrone? Mi hanno convinto le sue prestazioni e il suo entusiasmo. Poi, è con noi dall’Under 15". Spesso ci si è interrogati sul vero valore e sulla posizione di Verratti, sul quale, il ct Di Biagio, afferma: "Ha tutto per diventare un giocatore molto importante. Viene giudicato con troppa severità ma è anche vero che può dare di più. Tutti gli chiediamo un salto di qualità".

Commenti

Nazionale, porte girevoli in difesa: Chiellini lascia il ritiro azzurro
Juve Stabia, Crialese: "Il Matera? Sappiamo il valore e cosa ci aspetta"