Primo Piano

La fiamma non si accende: Matera-imprenditori, l'incontro c'è stato. Ecco com'è andata

Roberto Chito
29.08.2018 19:00

Il presidente Andrisani e l'avvocato Ripoli, foto: Sandro Veglia

Un nulla di fatto. Tant’è che è stato convocato un nuovo incontro per la prossima settimana. Questa volta, la speranza è che ci possano essere risposte migliori rispetto a quelle avute nella giornata odierna. All’incontro promosso dal Comune di Matera, e richiesto dai vertici del club biancoazzurro Vitantonio Ripoli e Nicola Andrisani, hanno partecipato solamente una parte degli imprenditori invitati.

Alla fine, l’incontro è stato semplicemente interlocutorio. Non importante per poter allacciare contatti e promuovere un’iniziativa che dovrebbe interessare a tutta la comunità materana. Con l’assessore allo sport Giuseppe Tragni, erano presenti Francesco Lisurici, presidente di Confesercenti, Franco Stella, presidente di Confapi Matera accompagnato da due imprenditori: Claudio Nuzzaci e Cosimo Muscaridola. A chiudere il cerchio, era presente anche Luigi Luongo, direttore di Cna Matera. Ovviamente, ci si aspettava una presenza maggiore della classe imprenditoriale, soprattutto per quelle figure possono affiancare Ripoli e Andrisani per dar loro una mano importante dal punto di vista economico.

In questo modo, il Comune di Matera ha deciso di fissare un altro incontro per il 4 settembre, sempre alle ore 16.00 e sempre presso il Palazzo di Città. E chissà se non si smuova qualcosa, soprattutto dopo che la Gradinata Biancoazzurra nella giornata di ieri ha dichiarato di presentarsi al prossimo consiglio comunale per chiedere all’amministrazione un maggiore impegno per il bene della squadra di calcio della propria Città. Non resta che aspettare per capire come si evolveranno le cose.

È sicuramente arrivato il momento di avere delle risposte. Andrisani e Ripoli, hanno più volte lanciato appelli alla classe imprenditoriale cittadina, tanto da coinvolgere anche l’amministrazione comunale. L’obiettivo principale è quello di mettere in piedi una società sana, che possa durare nel tempo, e che soprattutto possa assicurare una gestione rosea, dopo le vicissitudini degli ultimi anni. La situazione è in evoluzione con la speranza che nel secondo incontro ci siano le prime risposte.

Commenti

"Il Matera è di tutti": un messaggio che parla chiaro. E la Città c'è?
Champions League, si riparte: oggi il sorteggio degli otto Gironi. Le quattro fasce