Basket

OLIMPIA MATERA - Origlio alla vigilia: "Palestrina straripante ma vogliamo raggiungere il nostro obiettivo"

Redazione TuttoMatera.com
06.04.2019 12:18

Il coach Origlio con la squadra, foto: Roberto Linzalone

"Sappiamo che per vincere domani sarà complicato. Però, abbiamo la consapevolezza di giocare a viso aperto e senza nessun tipo di pressione, visto che abbiamo ancora una partita da giocare. Siamo quarti e manca un vittoria per essere certi di questa posizione. Nel caso arrivasse domani, si tratterebbe di un successo di prestigio". È il commento di Agostino Origlio, coach dell’Olimpia Matera che presenta il match di domani.

L’allenatore siciliano, parlando ai canali ufficiali del club entra nel vivo della sfida di domani, analizzando le qualità di Palestrina: "Loro producono una media di 83 punti a partita. Hanno una rotazione a dieci giocatori e in casa riescono sempre ad esprimere la loro migliore pallacanestro. Palestrina gioca a ritmo alto su molti possessi, muovendo molto bene la palla e innescando così le numerose bocche di fuoco di cui dispongono nel potenziale offensivo. Conosco molti dei loro giocatori, per questo sono certo che per loro, questa partita, rappresenterà una vera occasione di rivincita, visto siamo stati gli unici a batterli con uno scarto di dieci puti. All’andata, infatti, giocammo la nostra migliore partita, esprimendoci a livelli superiori rispetto a tutti gli altri incontri".

Dunque, si tratta di una partita davvero difficile contro la seconda in classifica. E su questo, coach Origlio, conclude: "Alla vigilia del match d’andata dichiarai che Palestrina era la squadra più forte del Girone per esperienza e talento, a maggior ragione oggi confermo la mia valutazione. I nostri avversari vantano nove vittorie di fila. Dopo aver perso contro di noi al Palasassi, in quattordici partite sono stati superati solamente da Caserta, per un punto e dopo un tempo supplementare".

Commenti

OLIMPIA MATERA - Parla Sassone: "Ci aspettiamo grandi cose da questo finale di campionato"
MATERA - Il messaggio di Fragasso: "Tutti sotto un'unica bandiera: ecco in che modo si può far calcio oggi"