Il Tema

CITTÀ DEI SASSI - Dai proclami alla dura realtà: progetto fallito dopo soli pochi mesi?

Roberto Chito
10.12.2019 14:21

Il logo del Città dei Sassi, FOTO: TUTTOMATERA.COM

I fatti non sono corrisposti alle aspettative. E così, dopo dodici giornate di campionato, il progetto del Città dei Sassi guidato dal presidente Fortunato Martoccia sembra essere già un fallimento. Tutti ricordano le parole del massimo dirigente biancoazzurro ad inizio settembre, quando aveva annunciato di volver stravincere il campionato, imporsi sugli avversari e conquistare il pubblico con un calcio bellissimo.

Peccato che i risultati, come spesso accade nel calcio, hanno parlato in maniera chiara. Il Città dei Sassi, oggi si trova addirittura fuori dalla zona play off con la vetta che dista ben sedici punti e vede la capolista Bernalda sempre più lanciata verso la conquista della Promozione. Non proprio il modo migliore per una società che ad inizio stagione si è auto-celebrata come la prima squadra di Matera ma che non è mai stata considerata dal pubblico materano che ha deciso di seguire il progetto della Seconda Categoria. Le vicissitudini di questi mesi, poi, hanno fatto il resto. Prima il divorzio dalla coppia Mastrorilli-Camerino per un rimborso spese promesso e non concesso.

Poi, il divorzio da Giuseppe Angelino, con il quale questa società è nata. In mezzo sconfitte, e soprattutto la figuraccia di Viaggianello con il ko per 11-0 che per una squadra che dice di rappresentare la Città di Matera non può assolutamente permettersi. Martoccia era stato chiaro a settembre: Serie D in tre anni. Peccato che il suo progetto sembra essere andato in frantumi già dopo pochi mesi, con una squadra lontanissima dalla vetta e un fallimento di progetto e tecnico che è davvero sotto gli occhi di tutti.

Perché a volte, invece di lasciarsi andare a slogan e paroloni, cercando di prendersi titoli, è meglio lasciare parlare il campo e prendersi le simpatie attraverso i risultati che sono il primo fattore. Su questi primi mesi, una riflessione la deve fare anche il presidente Fortuna Martoccia che sicuramente avrà sbagliato molto. Perché una squadra annunciata come l’ammazza-campionato, non può trovarsi a sedici punti di distanza dalla capolista ad una giornata dal termine del girone d’andata.

NAZIONALE - Decise le amichevoli pre-europeo: due a marzo, una a giugno. Il programma
SASSI MATERA - Si potrebbe ripartire da un vecchio flirt: Santorufo avvia la rivoluzione