Coppe Internazionali

Diario Mondiale - La Coppa è affare d'Europa: Brasile flop, ma il Belgio è super. Francia, altra prova di forza

Clamoroso a Kazan: Neymar e compagni lasciano la Russia. La semifinale è Francia-Belgio è il Mondiale d'Europa

Redazione TuttoMatera.com
06.07.2018 22:16

L'esultanza della Francia, foto: Fonte Web

Le sudamericane vengono cancellate da questo mondiale: per il quarto anno consecutivo, ad alzare la coppa del Mondo al cielo sarà un’europea. I quarti di finale cominciano con il botto, e vedono subito l’eliminazione del Brasile che viene cancellato da un Belgio travolgente. Nel pomeriggio, non stecca la Francia che elimina l’Uruguay e a questo punto sembra essere davvero la favorita per la vittoria finale.

Questo Belgio, però, fa davvero paura. Per questo, non possiamo sorprenderci e chiamarla sorpresa. L’undici di Martinez parte davvero forte e soprattutto in contropiede dà l’impressione di poter far male in qualsiasi momento. Le cose, si mettono subito bene dopo l’autorete di Fernandinho. Il Brasile non riesce a reagire. Neymar non trova il colpo ma solamente tante simulazioni e il Belgio colpisce ancora: lo fa De Bruyne che indirizza il match sui binari giusti. Nella ripresa, i verdeoro provano il tutto per tutto. Il Belgio si difende bene e ha diverse occasioni per mettere a segno il tris. Il Brasile si scuote grazie all’ingresso di Renato Augusto che riapre il match. E nel finale, Neymar chiama al miracolo Courtois che manda i suoi in semifinale.

E il Belgio, in semifinale se la vedrà proprio contro l’undici di Deschamps che ancora una volta dimostra tutto il proprio valore. Troppo superiore la Bleus per l’Uruguay che comunque esce a testa altissima ma che senza Cavani non poteva fare di più. La Francia è travolgente e al tramonto del primo tempo, con Varane trova il vantaggio. Nella ripresa poi, Griezmann, complice una papera clamorosa di Muslera trova il raddoppio.

Commenti

UFFICIALE - Rende, parte il post Trocini: ecco la decisione del club biancorosso
Giovane mezzala nel mirino: Matera, nuova idea per il centrocampo