L'Allenamento

Probabile formazione - Matera, qualche dubbio c'è: quali soluzioni?

Roberto Chito
28.09.2018 14:05

L'allenamento dei biancoazzurro, foto: Emanuele Taccardi

I dubbi ci sono. E sono anche tanti. Soprattutto in difesa e a centrocampo. Il tecnico Eduardo Imbimbo, nella conferenza stampa pre partita ha giocato a carte coperte. Però, qualcosa rispetto al match contro la Sicula Leonzio, nel Matera, domani potrebbe cambiare. A cominciare dal modulo? Il 3-5-2, a partita in corso si è trasformato in 3-4-1-2. Non è detto che non si possa partire così.

Determinante, sarà la posizione di Ricci. L’ex Anzio potrebbe giocare sia come mezzala, sia come trequartista. Per questo, un centrocampo formato da Galdean e Bangu, potrebbe essere un’ipotesi. Ma lo vedremo domani. Al momento, il 3-5-2 di partenza sembra essere la mossa più congeniale. Fra i pali, conferma per Farroni, pronto a difendere la porta biancoazzurra. In mezzo alla difesa ci potrebbe essere la conferma di Stendardo, anche se Coso scalda i motori. Scontate, invece, le presenze di Risaliti e Auriletto a completare il pacchetto arretrato. In mezzo al campo, mediana affidata a Galdean, con Bangu e Ricci a completare il pacchetto.

Sulle corsie esterne, a destra ci sarà sicuramente Triarico. A sinistra, invece, Casiello potrebbe essere rimpiazzato da Sepe. Su quest’ultimo però, bisogna valutare se ne vale la pena rischiarlo dal primo minuto, oppure schierarlo a partita in corso. Per quanto riguarda l’attacco, nessun dubbio: Scaringella-Orlando, anche a Vibo Valentia sarà il tandem offensivo a cui si affiderà Imbimbo per sfondare la difesa calabrese.

    

PROBABILE FORMAZIONE

MATERA (3-5-2): Farroni, Risaliti, Stendardo, Auriletto, Triarico, Bangu, Galdean, Ricci, Sepe, Orlando, Scaringella. A disposizione: Guarnone, Mascagni, Arpino, Sgambati, Corso, Garufi, Hysaj, Lorefice, El Hilali, Casiello, Dammacco, Dellino. Allenatore: Imbimbo.

Commenti

I convocati di Imbimbo - In ventitré per Vibo Valentia. Tre sono out
Orlando: "Matera, ora i tre punti, Errori analizzati per non farli più"