Gli Azzurri

L'analisi - Nazionale, dentro l'Italia di Mancini: tutto è cambiato in un anno. L'azzurro torna a risplendere ma il cammino è ancora lungo

Redazione TuttoMatera.com
22.11.2018 10:30

Il ct Roberto Mancini, foto: Figc.it

Cinquantatré convocati in nove partite. Tanti esperimenti e un prodotto che sembra essere finale: il 4-3-3. Di strada d’avanti ce n’è ancora tanta, ma i primi mesi di Roberto Mancini ct sono stati davvero positivi. Il percorso, dopo la clamorosa non qualificazione al mondiale, doveva essere lungo. Forse, più di così. In nove partite sono arrivate tre vittorie, quattro pareggi e due sconfitte.

In ogni caso, l’Italia non è retrocessa in Nations League, quando aveva la strada ormai spianata verso la Serie B, ed è soprattutto testa di serie per quanto riguarda il sorteggio per le qualificazioni ad Euro 2020. Ma c’à di più. E non sembra essere un dettaglio inutile. Anzi, è il segnale più importante: quello del gioco. Questa squadra si esprime al meglio, divertendo e divertendosi. E finalmente, in azzurro brilla anche il talento di Marco Verratti, spesse volte criticato da tutti gli addetti ai lavori. Una squadra giovane che guarda al futuro. Una ricostruzione che non poteva essere fatta dalla sera alla mattina. Serviva tempo. E altro né servirà.

Alle qualificazioni per Euro 2020, l’Italia ci arriva al meglio, con più certezze che incertezze. Certo, c’è il problema gol da risolvere. La squadra crea, ha solamente problemi di finalizzazione. Segno che il percorso intrapreso è quello giusto. Segno che Roberto Mancini è riuscito a spazzare via la crisi di un anno fa, dando certezze ad un gruppo che è stato ricostruito dalle macerie. Appuntamento a marzo, quando i punti varranno davvero tanto. Ma questa Italia è davvero pronta.

   

I 53 GIOCATORI DI MANCINI

PORTIERI: Donnarumma, Perin, Sirigu, Cragno.

TERZINI DESTRI: Florenti, De Sciglio, D’Ambrosio, Zappacosta, Lazzari.

DIFENSORI CENTRALI: Chiellini, Bonucci, Romagnoli, Caldara, Acerbi, Rugani, Tonelli, Mancini.

TERZINI SINISTRI: Biraghi, Emerson, Criscito, Piccini.

MEZZALE DESTRE: Barella, Pellegrini, Zaniolo, Benassi.

MEDIANI: Jorginho, Sensi, Mandragora, Tonali.

MEZZALE SINISTRE: Verratti, Gagliardini, Cristante, Baselli, Marchisio.

ALE DESTRE: Chiesa, Bernardeschi, Berardi, Verdi, Caprari.

PRIME PUNTE: Balotelli, Immobile, Belotti, Cutrone, Kean, Lasagna, Pavoletti, Pellegri, Zaza.

ALE SINISTRE: Insigne, Politano, Grifo, Bonaventura, Giovinco.

Commenti

Lamberti: "Pagina derby chiusa, ma una cosa sia chiara. Il momento? Obiettivo ben chiaro adesso"
Nazionale, ora si pensa ad Euro 2020: per gli azzurri sembrano esserci due piccole insidie in vista delle qualificazioni. La situazione