L'Intervista

MATERA - Verso il bando, parla Benedetto: "Un aspetto poco chiaro nel bando: ecco di cosa si tratta"

Roberto Chito
20.05.2019 19:45

Nicola Benedetto, foto: Fonte Web

"Per prima cosa bisogna capire un aspetto riguardante il bando: mi riferisco al fatto del fondo perduto, dove c’è un aspetto poco chiaro". Queste, le parole dell’imprenditore lucano Nicola Benedetto a TuttoMatera.com, sulle sue intenzioni di partecipare alla manifestazione d’interesse per far ripartire il calcio nella Città dei Sassi.

Ad una settimana dalla pubblicazione del bando, i soggetti che avevano manifestato il loro interesse sorgono un dubbio. Così Benedetto: "Il bando dice che si parte da un minimo di 300 mila euro, per poi avere la comunicazione della reale somma. Bisogna capire bene questo aspetto. Perché se si tratta di 300 mila euro, uno lo potrebbe anche fare. Se questa somma, poi, però, diventa un milione, chi lo sa? Si tratta di un problema serio. E non capisco perché il Comune abbia accettato un bando con un aspetto fondamentale così poco chiaro. Perché questo bando non dice che si tratta di soli 300 mila euro ma che la somma sarà comunicata successivamente. E se poi si tratta di un milione? Perché uno deve versare tale somma per una squadra di calcio?".

Un aspetto determinante per l’imprenditore lucano, sul quale vuole vederci davvero chiaro. Nicola Benedetto, poi, conclude: "Su questo aspetto bisogna fare alcune riflessioni. Perché chi si aggiudica il bando prende il club in solido ed è responsabile. Il problema reale è capire quanto costa realmente. I passi successivi? Con la Lega, stiamo cercando di capire come stanno realmente le cose. Perché una cosa è che ti dicono tutto prima, un’altra è che te lo dicono dopo".

LEGA PRO - Il punto di Ghirelli: "Play off, nuovo inizio all’insegna di agonismo, confronto e famiglie sugli spalti"
SERIE B - Play off, semifinale d'andata: Benevento di rimonta. In sei minuti ribaltato il Cittadella: decide Coda