Tutto Calcio

NAZIONALE - Mancini dopo l'Armenia: "Bene solo dopo lo svantaggio. Noi presuntuosi? No, avevo elencato tutte le difficoltà"

Redazione TuttoMatera.com
05.09.2019 22:20

Il ct Roberto Mancini, FOTO: FIGC.IT

"Avevo detto alla vigilia che non sarebbe stata facile perché le partite semplici non esistono più. Abbiamo cominciato male. Poi, dopo il gol ci siamo ripresi e potevamo chiudere in vantaggio già il primo tempo. Restare con l’uomo in più poi, non ci ha granchè avvantaggiato. Infatti, loro nella ripresa erano tutti arroccati dietro e trovare spazi è stato più difficile". È il primo commento di Roberto Mancini, ct degli azzurri che commenta la vittoria di questo pomeriggio contro l’Armenia. Il tecnico di Jesi, poi continua: "C’erano difficoltà oggettive perché quando ci si ritrova a settembre, con sole due partite di campionato nelle gambe, affrontando squadre che hanno i rispettivi tornei già a metà, non è semplice. Nonostante ciò, abbiamo sempre cercato di attaccare, rischiando anche qualche contropiede come nella ripresa". Mancini, poi, parla anche dei singoli. A cominciare dalla coppia Chiesa-Bernardeschi, scambiati di posizione diverse volte: "Hanno fatto quello che dovevano fare. Anche per loro è un discorso di condizione. Il primo, infatti, proviene da un periodo travagliato. In secondo, invece, nelle prime due partite non ha mai giocato. Verratti? Era l’unico che in quella situazione non c’entrava nulla. Pazienza, vorrà dire che domenica toccherà a Sensi scendere in campo".

NAZIONALE - Prima la paura, poi il tris: l'Italia vede sempre più Euro 2020, battuta anche l'Armenia. La cronaca
NAZIONALE - Verso Euro 2020: Girone J, l'Italia allunga ancora ma la Finlandia è sempre lì. Grecia, adesso è dura. Risultati e classifica