Le Altre

Fidelis Andria, si prova l'ultimo disperato tentativo per salvare il club? La situazione

Redazione TuttoMatera.com
10.07.2018 15:20

La maglia della Fidelis Andria, foto: Emanuele Taccardi

La Fidelis Andria comincia a perdere i pezzi con molti giocatori che si stanno accasando altrove. Al momento, però, la priorità è un’altra: salvare il club e soprattutto confermare la Serie C. Un’impresa che si complica di giorno in giorno, con le scadenze che si avvicinano sempre di più.

"Il vero problema è il fattore tempo. Parlerò con Montemurro e nelle prossime ore, anche in base alle sue risposte su alcuni problemi, decideremo quale azione adottare e se partire con l’azionariato popolare tra gli imprenditori". A parlare è l’avvocato Di Vincenzo all’edizione di Puglia e Basilicata de La Gazzetta dello Sport, analizzando la situazione societaria dei pugliesi. Un momento davvero particolare che non sembra conoscere soluzioni.

Il 12 luglio, la Fidelis Andria, con ogni probabilità sarà esclusa dalla Covisoc. Per poter entrare in gioco, bisognerà avanzare ricorso entro il 16, ammesso che venga risanata la situazione. Difficile al momento, visto che grosse novità, per il club di Paolo Montemurro non sembrano esserci. È una vera corsa contro il tempo, con l’idea dell’iniziativa dell’azionariato popolare che sembra essere l’unica ancora di salvezza.

Commenti

Tempo di saluti anche per lui? Matera, si cerca la soluzione giusta
Attesa finita? Matera, un papabile per la panchina piace in Serie D