Primo Piano

MATERA - Il Comune al lavoro per poter chiudere la partita: sarà testa a testa per il titolo sportivo?

Roberto Chito
27.06.2019 11:55

L'assessore allo sport Giuseppe Tragni, FOTO: TUTTOMATERA.COM

In costante contatto con entrambi. L’assessore allo sport Giuseppe Tragni, in queste ore sta lavorando alacremente per poter capire quale sarà la soluzione migliore per poter dare a Matera una nuova squadra di calcio in grado di ripartire dalla Serie D. Tanto silenzio in questo momento, perché queste cose si fanno nelle segrete stanze di Palazzo di Città, e non attraverso i media.

Ricapitolando, al momento, abbiamo due situazioni aperte: da una parte Nicola Benedetto, dall’altra Michele Maggi. La soluzione che questi due potessero stringersi la mano e dar vita ad un progetto unico, unendo le proprie forze, è andata con il passar del tempo perdendo quota. Dunque, il Matera che nascerà nel prossimo futuro, sarà sicuramente guidato da uno dei due. Da chi? Troppo presto per capirlo, anche perché al momento non è giunta nessuna manifestazione d’interesse al sesto piano del Comune. E sappiamo bene che senza questo tipo di documentazione, il titolo sportivo non può essere assegnato a nessuno.

Dopo la conferenza stampa del 15 giugno, l’assessore allo sport Giuseppe Tragni sta lavorando sulla questione. Al momento, però, come giusto che sia, il silenzio regna sovrano. Perché il rischio di ritrovarsi a mani vuote è sempre alto come ha dimostrato la manifestazione d’interesse andata deserta. Però, le posizioni di Nicola Benedetto e Michele Maggi, sono chiare: entrambi vogliono fare calcio a Matera e negli incontro avuti in Comune hanno manifestato questa volontà a più riprese.

Il problema, però, è soprattutto questa situazione che non fa altro che protrarsi ancora a lungo. Dal 14 febbraio, giorno dell’esclusione del Matera dalla Serie C, siamo arrivati al 27 di giugno e non si ha ancora una soluzione. Di tempo, però, ne è passato davvero tanto e non sembra aver portato ad una soluzione. Dunque, i tempi si sono drasticamente allungati e al momento, sembra che la partita vada rimandata a dopo il 2 luglio.

L’impressione di poter arrivare ad una soluzione finale, però, c’è tutta. La volontà di Maggi e Benedetto non fa altro che dare fiducia oltre che ai tifosi, anche al Comune che vorrebbe assegnare nel più breve tempo possibile il titolo sportivo per poter far ripartire i biancoazzurri dalla Serie D e arrivare la calda estata materana con voci candite da notizie di calcio mercato.

CALCIO CAOS - Foggia, fra colpi di scena e dure realtà: per i rossoneri, c'è solo una certezza. Il punto
MATERA - Maggi, altro incontro in Comune: dopo gli ultimi sviluppi si passa all'azione?