Tutto Calcio

NAZIONALE - Mancini: "Ora vogliamo vincerle tutte. La formazione? Ecco quanto cambi ho intenzione di fare"

Redazione TuttoMatera.com
14.10.2019 20:12

Il ct Roberto Mancini, FOTO: FIGC.IT

"Capisco i giocatori che giocano tantissimo, ogni tre giorni. Uno stage in più cambia poco. Potessi, farei finire prima il campionato per avere prima i giocatori. Ma so che non si può, perciò non chiedo nulla". Roberto Mancini ritorna su un discorso avviato già nella passata stagione ma che è rimasto inascoltato. E così, alla vigilia della sfida contro il Liechtenstein, il ct degli azzurri dà un’altra stoccata.

SUL PROSSIMO PASSO: "Mi piacerebbe trovare qualche giovane anche per il dopo-europeo. E soprattutto fare 30 punti nel girone, migliorare il ranking e dare spazio a chi ha giocato di meno".

SULLE POCHE DIFFICOLTÀ: "Se potessi, continuerei a evitarle. Comunque, siamo stati sotto con la Bosnia, abbiamo rischiato, ma volevamo vincere e abbiamo vinto. Anche con l’Armenia abbiamo rimontato. Abbiamo già dimostrato di avere carattere e di saper reagire. Nelle due amichevoli di marzo affronteremo avversari impegnativi. Ricordiamo però che siamo stati bravi noi a far diventare facili certe partite. La Spagna in Norvegia non avrebbe dovuto soffrire, invece è accaduto il contrario. La Francia ha giovani di talento, ma all’Europeo non c‘è una nazionale che ha Messi che può vincere da solo. Se cresciamo, possiamo giocarcela con tutti".

SUL RECORD DI POZZO: "Per raggiungerlo devo vincere solo due Mondiali e un’Olimpiade".

SULLA PUNTA TITOLARE: "Belotti e Immobile partono alla pari. Sono tutti e due bravi, anche se con caratteristiche diverse. Non ci sono gerarchie".

SULLA FORMAZIONE: "Ne cambierò molti, ma ho ancora qualche dubbio. Saranno in campo di sicuro Sirigu, Biraghi, Belotti, Zaniolo, Bernardeschi… Vorrei fare giocare Verratti. Romagnoli ha qualche problema, se non ce la fa gioca Bonucci. Jorginho è diffidato. Vediamo, altrimenti Tonali o Cristante. Uno tra Izzo e Di Lorenzo e uno tra Grifo ed El Shaarawy".

NAZIONALE - La probabile formazione: Mancini cambia tutto? Ecco a costa sta pensando il ct per il Liechtenstein
NAZIONALE - Bonucci: "Siamo una squadra vera, non una selezione. Merito di Mancini: ecco cosa ci ha conquistato"