Coppe Europee

CHAMPIONS LEAGUE - Juventus, il grande sogno va in frantumi. Allo Stadium è un super Ajax: grande rimonta e semifinale conquistata

Redazione TuttoMatera.com
16.04.2019 23:15

Una fase di Juventus-Ajax, foto: Fonte Web

Ci sono riusciti un’altra volta. Dopo l’impresa del Bernabeu, l’Ajax si ripete anche all’Stadium. Tremenda delusione per la Juventus che abbandona la Champions League ai quarti di finale. Ancora una volta, per la squadra di Allegri si tratta di un finale terribile. Questa volta, però, non ci sono alibi. La Juventus ha giocato male, molto male.

Meriti ad un’Ajax che fra andata e ritorno ha abbondantemente meritato la qualificazione in semifinale. Perché dopo il vantaggio di Cristiano Ronaldo, i bianconeri si sciolgono come neve al sole. Non che prima abbiano fatto chissà cosa. Il primo tempo, è assolutamente equilibrato con entrambe le squadre che si danno battaglia e l’Ajax riesce a trovare subito il pareggio con Van de Beek. È qui che la Juventus si sfalda. Perché la ripresa è tutta a tinte olandese: i lancieri giocano meglio, e nella ripresa si vedono murare da Szczesny diverse volte la rete del meritato raddoppio che arriva con De Ligt di testa da calcio d’angolo che non è proprio la specialità della casa.

Eppure, sul due a uno, è più l’Ajax che va vicino al tre a uno, a cui viene annullato anche un gol, che la Juventus vicina al due a due. I lancieri passano con merito. Troppo poco hanno fatto i bianconeri che adesso saranno sottoposti a diversi processi: perché puoi vincere pure otto scudetti di fila, ma se in Champions League le cose non vanno affatto bene, qualcosa che non va c’è eccome. Standing ovation per un’Ajax che adesso non è da sottovalutare sulla strada per Madrid.

Commenti

MATERA - Il ricordo di Auteri: "Una tristezza infinita quanto accaduto. Ecco cosa penso sui materani"
CHAMPIONS LEAGUE - Il Barcellona non sbaglia: Messi e Coutinho lanciano i blaugrana verso la semifinale, United ko