Sala Stampa

Genovese: "Lamberti crede nel progetto Matera. Mercato? Idee chiare su come muoverci"

Roberto Chito
29.11.2018 18:10

Il neo direttore sportivo Damiano Genovese, foto: TuttoMatera.com

"Lamberti, nel progetto Matera ci crede molto. Per questo serve fiducia ed unità d’intenti in questo momento. Vogliamo far bene in questo periodo. Insieme a me, che sono il direttore sportivo, mi affiancheranno altre figure tecniche in questa avventura". Così, Damiano Genovese, neo direttore sportivo del Matera si presenta alla piazza biancoazzurra. È lui il nuovo uomo mercato della società del presidente Rosario Lamberti.

Presentato nel pomeriggio di oggi, attraverso una conferenza stampa, il neo ds Damiano Genovese ha subito le idee chiare in vista del prossimo mercato: "Alcuni giocatori gli abbiamo già individuati per gennaio. Sappiamo dove andare ad intervenire e con il passare delle settimane avremo idee ancor più precise. Il presidente Lamberti ha fissato il budget che ovvie ragioni dobbiamo rispettare. Interverremo in quasi tutti i reparti perché sappiamo che ci sono alcuni problemi. Grana rescissione? La stiamo affrontando. Credo che ogni giocatore debba capire da solo quando non fa più parte di un progetto. Rescindere, credo che convenga ad entrambi. Un giocatore trova un’altra squadra e può mettersi in mostra, mentre la società può fare scelte diverse".

Un lavoro non semplice quello del ds Genovese, visto che ha ereditato una situazione non semplice: "Credo che il mio predecessore abbia fatto il massimo con il budget che era a disposizione. Ci sono alcuni giocatori che hanno diversi anni di contratto: hanno fatto questa scelta per poter spalmare in più anni un contratto. Probabilmente si poteva lavorare in maniera diversa, visto che ci sono quasi trenta giocatori, forse troppi. In ogni caso, lavoreremo per poter trovare le giuste soluzioni e far sì che il Matera possa raggiungere questo obiettivo della salvezza".

Infine, il ds Genovese, spende qualche parola sul tecnico Imbimbo: "L’allenatore ha massima fiducia da parte della società. Questa gli è stata rinnovata dopo il momento difficile, quando sono arrivate tante sconfitte di fila. La scelta è stata più che giusta, visto che la squadra si è ripresa. Personalmente ci ho parlato e mi ha spiegato un po’ la situazione fra passato e futuro. Purtroppo, tutti noi siamo legati ai risultati e come spesso accade questi sono decisivi".

Commenti

Corado: "Matera, pensare a noi. Il gol? Arriverà, ora sto bene"
Marketing, ecco tre nuove figure. Cambia l'area comunicazione