Primo Piano

Squadra e società, momento delicato per entrambe. Cosa c'è nel futuro di questo Matera?

Roberto Chito
11.10.2018 22:15

Il pubblico biancoazzurro al XXI Settembre, foto: Sandro Veglia

Si lavora su un doppio binario. Se dal punto di vista societario, al momento, non ci sono novità per quanto riguarda le risorse economiche a disposizione del club, la speranza è che il Matera possa ritornare a conoscere il profumo dei tre punti in campionato. Due situazioni importanti, entrambe collegate e soprattutto legate ai colori biancoazzurri.

Finalmente, la formazione di Imbimbo torna a giocare in casa. Dopo tre trasferte consecutive, e almeno sei punti lasciati per strada, il Matera, al XXI Settembre, contro la Virtus Francavilla cerca riscatto. I tre punti, questa volta sembrano essere un obbligo per poter provare a nutrire speranze salvezza. Ovviamente, il tutto deve essere anche affiancato ad una situazione che dal punto di vista delle penalizzazione potrebbe essere pesante, e probabilmente compromettere il cammino. Al momento, però, non sappiamo quanti saranno i punti di penalizzazioni e come andranno a finire le varie vicende. Sappiamo anche il Matera è fermato a tre punti e proviene da tre sconfitte consecutive. Un trend che deve essere invertito, con la speranza di trovare i tre punti che mancano da troppo tempo.

Quella con la Virtus Francavilla sarà l’inizio di una settimana davvero importante per i biancoazzurri. Martedì sera, infatti, Stendardo e compagni saranno attesi dall’altro scontro diretto contro la Cavese, per il secondo turno infrasettimanale di questo campionato. Dunque, in tre giorni due partite importanti, che potrebbero essere decisive. Far punti, e soprattutto cercare di far bottino pieno, è quasi un obbligo per i biancoazzurri. Poi, per concludere, la sfida contro la Casertana concluderà questa settimana, prima del turno di riposo dove si ricaricheranno le batterie per il tour de force che terminerà il 30 dicembre.

Squadra impegnata in campo, società fuori. La speranza di tutti i materani è che questo silenzio stampa possa concludersi il prima possibile e che il club faccia chiarezza. Al momento, c’è solamente il comunicato stampa diramato nella giornata di ieri, nel quale si precisa che non ci sono state ancora concrete manifestazioni d’interesse per poter far nascere una trattativa. Nel frattempo, il tempo stringe, le scadenze incombono e il punto interrogativo sul futuro è davvero tanto. La situazione, rispetto a qualche settimana fa non sembra essere più così chiara.

Sembra che tutte quelle piste che la società biancoazzurra era pronta a battere siano naufragate con il passare del tempo. Prima formare una società con imprenditori materani. Da questo punto di vista, però, il tentativo si è rivelato un autentico fallimento. Poi, le piste che parlavano di imprenditori di fuori Regione interessati alla causa materana che al momento sembrano essere scomparsi. Infine, il progetto stadio XXI Settembre, che secondo l’avvocato Ripoli sarebbe l’unica strada per dare futuro al club.

Insomma, una situazione abbastanza complessa. Il Matera, in campionato proviene da tre sconfitte consecutive. Dal punto di vista societario, la situazione, invece, sembra essere ancora in alto mare. La scadenza di martedì è alle porte, ma è soprattutto il futuro del club che non sembra essere chiaro. Perché al momento, imprenditori disposti ad affiancare Nicola Andrisani non sembrano essercene. E il progetto Matera, sembra essere a rischio.

Commenti

Quando finirà il mal di gol? Matera, questo ti sta davvero danneggiando
Nazionale, parla Barella: "Grande emozione per me. Mancini? Lo seguiamo, personalmente mi dà davvero tanto"