Gli Azzurri

Nazionale, parla Quagliarella: "Felice e sereno: pronto a giocarmi le mie carte anche in azzurro. Il gruppo? Forte e con personalità"

Redazione TuttoMatera.com
22.03.2019 10:12

L'attaccante Quagliarella e il ct Mancini, foto: Figc.it

"Sono il più vecchio del gruppo ma vivo tutto con entusiasmo e serenità: alla mia età si impara a gestire le emozioni". Sono le parole di Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria, chiamato in azzurro per poter dare una mano alla zona offensiva, visto che la Nazionale nelle ultime occasioni ha segnato davvero poche reti.

Nell’intervista esclusiva a Rai Sport, il bomber doriano ha analizzato diversi temi. A cominciare dalla sua presenza in quel di Coverciano: "Cerco di ritagliarmi il mio spazio, non penso che essere qui sia un premio. Se il c.t. chiama un giocatore è perché sa che può dare un contributo, io sono a disposizione e mi sento pronto per la Finlandia. Siamo in tanti, è un gruppo giovane, forte e con molta personalità. Il gruppo? Mi ha impressionato il fatto che sono tutti ragazzi forti che sanno giocare molto bene a calcio".

A trentasei anni suonati, Fabio Quagliarella ha le idee chiare sul suo futuro che si chiama Sampdoria: "Finché non mi cacciano, rimarrò lì. La possibilità di Vialli presidente? Non ne so nulla, ma sarebbe una cosa straordinaria per i tifosi visto che ha fatto la storia del club. Ad ogni modo, con Ferrero ho un ottimo rapporto".

Commenti

Juventus, pericolo scampato per Cristiano Ronaldo: il fuoriclasse solamente sanzionato e contro l'Ajax sarà in campo
Reggina, primo ultimatum per il tecnico Drago? La sfida contro il Catania è decisiva: il club chiaro