Il Tema

Dall'amore all'odio in pochi mesi: Matera-Strambelli, una storia finita davvero male

Roberto Chito
12.06.2018 18:45

Strambelli e Columella durante la presentazione ufficiale, foto: Emanuele Taccardi

C’eravamo tanto amati. E anche odiati. Soprattutto nell’ultimo periodo. Ieri sera, si è materializzata la chiusura del rapporto fra il Matera e Nicola Strambelli. L’attaccante barese, infatti, adesso guarda già al futuro. Non poteva che chiudersi nel peggiore dei modi un rapporto cominciato in maniera entusiasmante, tanto che l’ex Monopoli e Fidelis Andria, nell’estate 2016, fu presentato come colpo a sorpresa, nonché top player della categoria.

E infatti, la storia fra il Matera e Nicola Strambelli era cominciata davvero molto bene. L’esterno offensivo barese, in campo ha fatto vedere tutte le proprie qualità. Soprattutto nella prima parte di stagione, dove era davvero devastante. Poi, come tutto il resto della squadra, nella seconda parte di stagione, ha accusato un piccolo calo. Qualcosa, poi, dev’essere cambiata nell’ultima estate. Ricordiamo che Strambelli fu ad un passo dal lasciare il Matera con direzione Padova. L’esterno barese, infatti, aveva già pronte le valigie, salvo poi far saltare il tutto, nonostante avesse avuto il placet del patron Columella. E proprio quest’ultimo, ritoccandogli l’ingaggio lo convinse a restare nella Città dei Sassi. Magari, Strambelli, di questa scelta non è mai stato convinto.

Le maggiori frizioni, però, le abbiamo avute in inverno. A riscaldare l’ambiente, visto le temperature glaciali di gennaio, ancora una volta ci ha pensato Nicola Strambelli. Questa volta, la squadra interessata al barese non era più il Padova, ma il Lecce. Nonostante i problemi di campanilismo, il barese aveva detto sì ai giallorossi e la trattativa sembrava essere ad un passo dalla chiusura. Anche il tecnico Liverani lo aveva messo in cima alle sue preferenze. Com’è noto, però, l’affare non si è mai concretizzato e Strambelli, è rimasto in biancoazzurro. Tant’è che il suo agente Grimaldi diede degli sciacalli al Matera.

Questa, la goccia che ha fatto traboccare il vaso di un rapporto che probabilmente si era già usurato da diverso tempo. Anche perché, qualche settimana dopo esplode la grana-stipendi e Strambelli è una di quelle pedine che avanzano alcune mensilità. Il barese, poi, termina anche fuori rosa, concludendo la sua avventura in biancoazzurro a Castellammare di Stabia. E pensare che il rapporto era cominciato nel migliore dei modi, tanto che Strambelli era considerato il pupillo di Columella. Alla fine, però, il rapporto si è concluso. E non poteva terminare in maniera peggiore.

Commenti

UFFICIALE - Real Madrid, mossa a sorpresa di Perez: ecco il nuovo tecnico
L'amarcord di Strambelli: Due anni da assoluto big in biancoazzurro