Il Tema

Gesto shock dei tifosi potentini verso i materani: ecco cos'è successo ieri sera

Roberto Chito
17.10.2018 16:10

I tifosi biancoazzurri in Gradinata, foto: Sandro Veglia

Ogni gesto di violenza o tentativo di essa è da condannare. Per futuro, quanto accaduto ieri sera si è risolto nel migliore dei modi, ma le ripercussioni potevano essere ben più gravi. Nella serata di ieri, mentre alcuni tifosi del Matera si stavano dirigendo presso Cava dei Tirreni per poter seguire la squadra allenata dal tecnico Imbimbo contro la Cavese, è avvenuto un evento spiacevole.

Infatti, sulla strada Sicignano-Potenza, in località Balvano, i tifosi biancoazzurri in viaggio per seguire la propria squadra del cuore, sono stati raggiunti da quattro auto, minacciati, e poi calpiti con alcune cinture. Successivamente, una di queste quattro auto ha tagliato la strada al pulmino con a bordo i tifosi biancoazzurri, per poi bloccarlo. I tifosi del Potenza, sono scesi dall’auto con il tentativo di colpire quelli del Matera ma solamente una manovra estrema e in contromano, ha permetto al pilota del pulmino di fuggire via ed evitare il peggio.

Successivamente, una volante della polizia stradale ha bloccato una di quei auto dei potentini, trovando a bordo un rasoio, lame ed una pietra. Un episodio semplicemente da condannare che poteva avere ripercussione ben più gravi rispetto ad un semplice spavento. Si tratta di un qualcosa che va al di là degli semplici sfottò che animano il mondo del calcio e soprattutto una rivalità accesa come quella di Matera e Potenza. Così si è superato il limite.

Commenti

Girone C, oggi il primo posticipo della settimana giornata - Potenza e Reggina a caccia di continuità: le ultime sul match
Volume: "Certe cose non mi vanno giù. Bisogna restare uniti per l'obiettivo"