Primo Piano

Amenta: "La passione dei tifosi non deve essere usata per altro. Ecco da cosa bisogna ripartire"

Roberto Chito
07.03.2019 14:20

L'ex assessore allo sport Massimiliano Amenta, foto: Emanuele Taccardi

"La passione è stato il comune denominatore che ha unito da sempre i tanti sportivi materani verso il calcio e lo sport in generale. Quello sport che oggi purtroppo sale alle vicende della cronaca cittadina per la “fine” di una stagione fiorente per il calcio materano". Lo scrive Massimiliano Amenta, ex assessore allo sport del Comune di Matera.

Amenta, attraverso una lettera scritta, ha manifestato alcune sue considerazioni in merito al futuro del pallone biancoazzurro: "Il tutto pero, come spesso accade, collima con una campagna elettorale prossima alla scadenza e cruciale per la Regione Basilicata. Elezioni regionali in cui il tema sportivo deve essere cardine se si vuole programmare con serietà e non diventare semplice ricettacolo di voti, salvo poi dimenticarsene nei cinque anni di ogni ciclo amministrativo, per poi iniziare nuovamente la giostra. Bene soluzioni condivise che trovino l'Amministrazione Comunale protagonista nel cercare un rimedio che rimetta al centro della mappa sportiva il calcio materano, ma guai ad utilizzare la passione dei tifosi ed il cuore dei tanti appassionati per creare consenso dal respiro corto che non aiuta nessuno, sacrificando il futuro dello sport sull’altare del pressapochismo".

In chiusura, Amenta va dritto al punto: "Lo sport deve essere al centro di ogni dibattito amministrativo e con esso il discorso legato all’impiantistica sportiva, ma non deve assolutamente essere derubricato a mero interesse di quart’ ordine come spesso accade. Non si strumentalizzi la passione dei tanti tifosi per mero consenso elettorale, non giova al destino dello sport materano. Si riparta anzi dall’ordinario così facendo porre le basi per un rilancio serio di tutto il movimento".

Commenti

Roma, quale futuro per Di Francesco? Oggi è la giornata decisiva: il club valuta la situazione
Trapani, il club passa a De Simone: sindaco e assessore allo sport nutrono i primi dubbi. Ecco la nota