Primo Piano

MATERA - Arrivata la fumata nera definitiva? Il confronto non porta alla soluzione più desiderata

Roberto Chito
26.07.2019 21:11

Una fase dell'incontro di quest'oggi, FOTO: TUTTOMATERA.COM

Botta e risposta per arrivare ad una non conclusione. O meglio, la conclusione c’è stata e non è quella che tutti si aspettavano: a meno di clamoroso colpi di scena nelle prossime ore, il Matera dovrà dire addio anche alla Serie D. Nell’incontro avvenuto nella serata di ieri sui gradoni dello stadio XXI Settembre-Franco Salerno, non è arrivata nessuna soluzione.

Erano presenti tutti gli imprenditori chiamati in causa: Nicola Benedetto e Giuseppe Fragasso. Assente, invece, l’altamurano Michele Maggi che nella Città dei Sassi non ha nemmeno inviato un proprio delegato. Presente, come aveva promesso nel pomeriggio di oggi, l’assessore allo sport Giuseppe Tragni. Ovviamente, in questo incontro sono stati ribaditi i soliti concetti che per tanto, troppo tempo, i tifosi biancoazzurri hanno ascoltato. Nicola Benedetto ha chiesto un contributo al Comune di Matera, quantomeno per 150 mila euro per coprire metà del fondo perduto. Invece, da parte sua l’assessore allo sport Giuseppe Tragni ha ribadito che questi soldi non possono essere destinati, perché il Comune non può finanziare.

Una serie di batti e ribatti a suon di battute per poter cercare di arrivare ad una soluzione. Una delle quali era anche la possibilità di poter creare una società con diversi soggetti al comando: a cominciare sempre da Nicola Benedetto che coinvolto nel progetto di Matera 1933 di Giuseppe Fragasso, aveva garantito il cinquanta per cento. Però, il fondo perduto di 300 mila euro, aveva tagliato le gambe all’ex dg del Fc Matera che ha visto calare i consensi. In tutto questo era stato coinvolto anche Michele Maggi, non presente oggi all’incontro.

Alla fine, c’è stato un nulla di fatto visto che le condizioni per poter far ripartire il Matera dalla Serie D non sussistono. Diverse le divergenze che sono nate in queste settimane, difficili da colmare con così poche ore di tempo dalla scadenza imposta dalla Figc. Ad oggi, vedere i biancoazzurri ripartire dalla quarta serie sembra davvero utopia. Le basi per una possibile ripartenza sembrano non sussistere. Ovviamente, a meno di clamorosi colpi di scena improvvisi.

MATERA - Verso l'incontro di stasera: arriva la risposta da parte dell'assessore Tragni
MATERA - Contributi a favore di società sportive: ecco la nota del consigliere Sasso