Sala Stampa

Risaliti: "Certezze venute meno senza motivo. Crisi? C'è la soluzione"

Roberto Chito
14.10.2018 17:40

Il difensore Giacomo Risaliti, foto. Cristian Costantino

"Eravamo partiti anche bene. Dopo tre sconfitte consecutive, in noi c’era tutta la volontà di tornare alla vittoria. Dopo essere andati in vantaggio, però, abbiamo cominciato a commettere una serie di errori, perdendo quelle sicurezze che improvvisamente ci sono venute a mancare". È il punto della situazione di Giacomo Risaliti che analizza il momento del Matera subito dopo la quarta sconfitta consecutiva.

Per i biancoazzurri non è assolutamente un buon momento, e il difensore precisa: "Siamo una squadra giovane e inesperta. Queste partite ci servono soprattutto per crescere. Però, è anche vero che dobbiamo farlo in fretta perché non abbiamo tanto tempo. Innanzitutto dobbiamo chiedere scusa ai tifosi. Il pubblico merita qualcosa in più. Noi ci mettiamo sempre l’impegno ma è chiaro che dobbiamo tirare fuori quel qualcosa in più. Battibecchi con il mister? Cerchiamo sempre di fare il massimo quando andiamo in campo, cercando di seguire tutte le direttive del nostro allenatore. Ci possono essere anche dei disguidi. Personalmente ho cercato di fare quello che il mister mi ha chiesto. In alcune situazioni ci sono riuscito, in altre meno. E per questo mi ha ripreso".

Risaliti ci ha messo la faccia subito dopo il ko contro la Virtus Francavilla. Il difensore, però, indica quella che potrebbe essere la strada per risolvere la crisi: "L’unica cosa che si può fare è quella di continuare a seguire il nostro allenatore. Noi giocatori però, dobbiamo farci un esame di coscienza e rimboccarci le maniche per poter dare ancora di più. Evince palese che quello che stiamo facendo, al momento, non basta. La Cavese? Ci aspetta subito questa partita. Andremo là con la voglia di vincere per poter invertire la rotta".

Commenti

La ripresa - Matera, testa da subito alla Cavese: squadra al lavoro
Se non è crisi questa: Matera, così proprio non va. Quale soluzione ora?