Basket

OLIMPIA MATERA - Origlio: "Grande traguardo raggiunto. Coppa Italia? La volevamo fortemente"

Roberto Chito
06.01.2020 11:30

Il coach Agostino Origlio, FOTO: ROBERTO LINZALONE-OLIMPIAMATERA.IT

“Credo che non poteva partire nel migliore dei modi questa nuovo anno. Abbiamo conquistato la nona vittoria consecutiva che ci consente di approdare in Coppa Italia e cominciare questo 2020 nella maniera migliore. In tutto questo, concludiamo nel migliore dei modi il girone d’andata”. E’ l’analisi di Agostino Origlio, coach dell’Olimpia Matera che analizza al meglio la vittoria conquistata dai suoi contro Palestrina che le consente di approdare in Coppa Italia, oltre che mettere la vetta a due punti.

SULLA PARTITA: “Sapevamo sarebbe stata una partita difficile. Di fronte c’era una squadra che ha dimostrato di essere un rullo compressore sia in casa che in trasferta. La partita poi, si è aggravata anche per l’assenza di Antrops. I ragazzi, però, sono stati bravissimi a sfornare una grande prestazione e conquistare la vittoria”.

SUGLI ASPETTI: “Non è stata una partita bellissima. Però, la caparbietà di voler vincere ad ogni costo, alla fine, ci ha premiato”.

SULL’AFFETTO: “Sono felice del grande applauso che il popolo del Pala Lanera ha tributato a questi straordinari ragazzi. Un palazzetto che ribolle di passione per questa squadra che merita davvero tanto”.

SULLA VITTORIA: “Fin dalla palla a due si era vista una grande voglia di spuntarla da parte dei ragazzi. Abbiamo avuto un passaggio a vuoto nel secondo quarto, dove ci siamo fermati diverse volte, anche perchè la partita si era fatta nervosa. Però, si è sempre vista la voglia di restare dentro la partita”.

SULLE MOTIVAZIONI: “Volevamo raggiungere il traguardo della Coppa Italia che ci ha dato uno stimolo ulteriore per affrontare questa partita. Poi, quando giochi contri i più forti del campionato, tiri sempre fuori qualcosa in più. Devo anche dire che l’assenza di Antrops ci ha spinto ulteriormente oltre i nostri limiti. Era un’assenza pesante la sua, ma i ragazzi l’hanno gestita bene compattandosi tutti nel migliore dei modi”.

SUL TRAGUARDO: “Siamo davvero felici di quanto fatto. Sono soprattutto felice per la società che se lo merita visti i tanti sacrifici che ha sempre fatto. Ad inizio stagione non avevamo sbandierato l’intenzione di approdare in Coppa Italia. Inoltre, siamo felici delle due vittorie conquistate contro Salerno e Palestrina che insieme a Nardò erano i nostri competitor per questo obiettivo”.

SUI NUMERI: “Al di là del traguardo raggiunto, portiamo a casa la nona vittoria consecutiva di questo campionato che ci mantiene ben saldi al secondo posto. Adesso, però, vogliamo continuare a crescere ulteriormente”.

SULLE CERTEZZE: “Stiamo crescendo sotto tanti punti di vista. Non siamo perfetti, ma è normale che nell’arco dei 40 minuti ci possano essere delle difficoltà”.

SU ANTROPS: “Solo in mattinata abbiamo saputo del suo problema. Non è stato facile fare a meno di lui che nel mese di dicembre dal punto di vista realizzativo ha prodotto di più. E’ una delle pedine più importanti di questa squadra. Però, è anche vero che senza di lui abbiamo fatto 90 punti contro la prima in classifica. Questa è la migliore dimostrazione del gruppo che siamo”.

BASKET SERIE D - Girone D, Matera e Salerno vedono la vetta, Nardò ko. Risultati e classifica
SERIE A - Ancora Atalanta show: altro pokerissimo. La Juventus riparte col turbo, il Milan no.