Primo Piano

Matera, vietati passi indietro. serve accelerare sulla strada salvezza

Roberto Chito
12.12.2018 10:05

Una fase di Matera-Rende, foto: Sandro Veglia

Adesso bisogna accelerare. Non sono ammesse retromarce. Adesso serve una risposta di quelle forti: portare a casa la prima vittoria fuori casa, allungare sulla Paganese e mettere nel mirino le altre pretendenti alla salvezza. Questo il compito del Matera che al Marcello Torre cerca punti pesanti per poter continuare la propria scalata verso posizioni più importanti di classifica.

Come arriva il Matera? L’ottima prestazione e vittoria conquistata contro il Rende, per la prima volta in questa stagione ha fatto vedere la potenzialità di una squadra rimasta inespressa per ben quattordici partite. Un successo che ha portato entusiasmo ma che ha costretto Corado e compagni a voltare subito pagina. Perché quest’oggi c’è la Paganese. C’è quella partita che rappresenta un vero e proprio spartiacque per la stagione dei biancoazzurri. Perché non ci sono alternative ad una vittoria al Marcello Torre. Perché servono punti per continuare questa scalata infinita, sfruttando al meglio questi scontri diretti di dicembre. A cominciare da questo pomeriggio.

Come arriva la Paganese? Ultima in classifica, nessuna vittoria conquistata finora e clamoroso poker subito dal Rieti quattro giorni fa. Momento davvero delicata e difficile per la formazione di Fabio De Sanzo, arrivato un mese fa per sostituire Luca Fusco. Una stagione davvero sfortunata per la formazione campana che ha deciso di affidarsi a colui che la passata stagione regalò la salvezza ai play out agli azzurrostellati. Oggi, però, l’imperativo sembra essere un po’ più complicato rispetto a qualche mese fa.

Che partita sarà? Andiamo al nocciolo della situazione: entrambe hanno assolutamente bisogno di vincere. Il Matera per creare subito un primo distacco con la Paganese e mettere nel mirino le altre. E gli azzurrostellati per cercare il primo successo di questa stagione e rilanciare le proprie ambizioni di salvezza. Al di là degli aspetti tattici, entrambe non possono fare calcoli. Soprattutto il Matera, chiamato a portare a casa tre punti per dare continuità.

  

COSÍ IN CAMPO

Stadio: Marcello Torre, ore 16.30

PAGANESE (4-3-1-2): Santopadre, Tazza, Piana, Diop, Della Corte, Gaeta, Nacci, Scarpa, Cesaretti, Cappiello, Parigi. A disposizione: Galli, Cappa, Punzi, Garofalo, Carotenuto, Gargiulo, Sapone, Amadio, Gori, Della Morte, Alberti, Longo. Allenatore: De Sanzo.

MATERA (4-3-1-2): Farroni, Risaliti, Corso, Auriletto, Sepe, Triarico, Grieco, Ricci, Dammacco, Scaringella, Corado. A disposizione: Guarnone, Stendardo, Sgambati, Milizia, Garufi, Galdean, Bangu, Genovese, Lorefice, Casiello. Allenatore: Imbimbo.

ARBITRO: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.

PRIMO ASSISTENTE: Lorenzo Poma di Trapani.

SECONDO ASSISTENTE: Riccardo Rintaudi di Pesaro.

Girone C, oggi la sedicesima giornata - Fari puntati sulla corsa salvezza: due scontri diretti. Riparte la corsa al primato fra chi scappa e chi insegue. Il programma
Matera, pochi dubbi per Imbimbo: tutto deciso? Paganese, tante assenze pesanti: le scelte