Gli Azzurri

ITALIA - Il punto di Mancini: "Prima l'europeo, poi il mondiale: puntiamo ad entrambi. Qualità? Nessuno ci credeva un anno fa"

Redazione TuttoMatera.com
23.06.2019 09:45

Il ct Roberto Mancini, FOTO: CLAUDIO VILLA-GETTY IMAGES

"Voglio arrivare a vincere Europei e Mondiali. Non so se le altre Nazionali sono d'accordo ma questo è il nostro pensiero comune, anche perché non vinciamo gli Europei dal 1968: troppo tempo". Sono le parole del ct Roberto Mancini che a La Gazzetta dello Sport fa il punto della situazione su obiettivi e aspettative degli azzurri.

Da quando l’ex Inter e Manchester City è arrivato dalle parti di Coverciano le cose sono cambiate: "Quando abbiamo iniziato nessuno credeva che saremmo riusciti a venirne fuori: ''Non ci sono i giocatori, non c'è niente'', mi dicevano. Ma in Italia sono sempre nati i giocatori di calcio. Una delle poche cose che c'è sempre stata. Qualità? Dovevamo mettere insieme velocemente una squadra che potesse capirsi subito. E la qualità aiuta a farlo. Ho visto le partite giocate prima del mio arrivo, con Di Biagio che fece giocare Verratti e Jorginho, mi piacque molto questo modo di giocare. Pensai potesse essere una soluzione trovando anche uno più fisico. Poi ho trovato Barella e Sensi, piccoli geometri anche loro".

Mancini, però, ha le idee chiare: ''Dobbiamo fare punti per migliorare il ranking, abbiamo un anno di tempo. Poi possiamo trovare qualcuno che ancora non è venuto fuori, capita spesso prima di un Europeo o Mondiale. Sono contento per come i ragazzi si comportano. Bisogna divertirsi quando si gioca, perché solo così si può fare qualcosa di buono. Se sei infelice e nervoso è chiaro che non riesci a dare il massimo. Se poi rappresenti l'Italia devi provare gioia, emozione e onore. E' questo il sentimento che vedo nei miei giocatori''.

EUROPEI UNDER 21 - Di Biagio: "Continueremo a sparare ma ai ragazzi non posso dire nulla". Chiesa: "Non vogliamo altri scherzi"
ITALIA - Under 21, semifinali che potrebbero non bastare per Di Biagio: la Figc ha già avviato le prime valutazioni. La situazione