Serie A

Serie A, l'anticipo del sabato - Piatek ribalta l'Atalanta con una super doppietta: il Milan firma il colpaccio a Bergamo. L'analisi

Redazione TuttoMatera.com
16.02.2019 22:50

L'esultanza dopo la rete di Piatek, foto: AcMilan.com

Semplicemente mostruoso. Quando il gioco si fa duro e andare sotto di una rete al termine del primo tempo può farti tirare un sospiro di sollievo, basta recapitare un pallone dalle parti di Piatek per rimettere le cose a posto. Il Milan lo fa al tramonto del primo tempo, e l’attaccante polacco sfodera una delle più belle perle del suo repertorio.

È il via alla rimonta rossonera che si concretizzerà nel secondo tempo. Il Milan, all’Atleti Azzurri d’Italia schianta l’Atalanta con un secco tre a uno, lanciando un segnale importante alla corsa per la Champions League. Mattatore della sfida è sempre lui: Piatek. Perché i rossoneri, dopo essere andati in svantaggio per via di Toloi sbandano e non poco. E così, mentre Gattuso aspetta la fine del primo tempo per riordinare idee e rivoltare la sua squadra, l’attaccante polacco sforna una delle sue più belle perle del suo repertorio. È la scossa che serviva al Milan, più che della strigliata del proprio allenatore. Perché i rossoneri nella ripresa, dimostrano di avere un altro passo.

E Chalanoglu, finalmente trova la sua prima rete in campionato, realizzando il vantaggio. Gasperini prova il tutto per tutto per trovare il pareggio, ma ancora una volta ci pensa Piatek, questa volta incornando sugli sviluppi di calcio d’angolo, a regalare la rete della vittoria al Milan, decidendo il primo big match in maglia rossonera. Un impatto incredibile: sesta rete realizzata da quando veste la maglia del Diavolo. E con un Piatek così, la corsa per la Champions League può essere davvero alla portata. Non esce ridimensionata, invece, l’Atalanta che comunque è sempre lì e se la giocherà fino alla fine.

Commenti

Lamberti: "De Ruggieri, perchè ti interessi proprio ora del calcio?"
Napoli-Matera 76-74: Bagnoli gela i biancoazzurri all'extra time. La cronaca