L'Intervista

Sepe: "Strambelli nervoso, ecco cosa ho notato. Tifosi incredibili"

Roberto Chito
21.11.2018 15:15

Il difensore Antonio Sepe, foto: MateraCalcioStory.it

"Quella contro il Potenza era una partita sentita, come tutti i derby. In settimana l’abbiamo preparata bene e siamo riusciti a portare a casa un ottimo punto. In questo modo ripartiamo visto che abbiamo azzerato la penalizzazione". Sono le parole di Antonio Sepe, terzino sinistro del Matera che sabato sera ha sfornato un’ottima prestazione.

Infatti, il difensore ex Akragas e Catanzaro, è stato uno dei migliori in campo insieme al portiere Farroni. Il terzino Sepe è stato davvero abile nel bloccare Nicola Strambelli, ex del match. E su questo, ospite della trasmissione Bar Sport, in onda su MateraSocial.live, il numero 3 biancoazzurro, ha detto: "Da parte di Strambelli ho notato tanta voglia di fare e soprattutto di strafare. In ogni caso, si tratta di un giocatore che già conoscevo, visto che negli ultimi anni l’ho affrontato diverse volte da avversario. Era nervoso, anche tanto. Questo lo si vedeva in alcuni comportamenti in campo. Noi, però, non ce le siamo risparmiate come si suol dire".

Una vera e propria impresa, quella che il Matera è riuscito a fare in quel di Potenza. Derby sì, partita sentita e tanto altro. Come il grande entusiasmo dei tifosi biancoazzurri. E su questo, Antonio Sepe conclude: "Sono venuti in 400 a Potenza. Quando un giocatore vede una cornice del genere si carica ancora di più. Io, a nome di tutta la squadra, li ringrazio. Però, c’è da dire che il supporto e il sostegno non ce lo hanno mai fatto mancare, anche quando i risultati non venivano".

Commenti

Siracusa, si pensa alla sfida di Matera: sarà uno scontro diretto per la salvezza. Intanto gli aretusei abbracciano il primo volto nuovo
Due partite per la svolta: e Lamberti ora loda il lavoro di Imbimbo