Primo Piano

Tifosi delusi e abbandonati: tante domande, zero risposte. Gli umori

Roberto Chito
12.01.2019 21:35

I tifosi biancoazzurri, foto: Sandro Veglia

In tutte questa situazione poco piacevole che si è venuta a creare in casa biancoazzurra, le vere vittime sono soprattutto i tifosi biancoazzurri. Prima si assisteva a tante, forse troppe dichiarazioni da parte della società. Ora, invece, si è passati al nulla più assoluto. Dal troppo, al niente. Una situazione che poco piace al popolo materano che sta manifestando tutto il proprio malumore in queste ore.

I tifosi biancoazzurri, infatti, ad una settimana dalla sfida contro la Sicula Leonzio, aspettano di capire cosane sarà della loro squadra del cuore. Infatti, questo braccio di ferra fra società e giocatori, ha portato soprattutto al malumore della tifoseria che in queste ore si sta chiedendo: perché la società non dire niente? Infatti, il presidente Rosario Lamberti preferisce non parlare, restando in silenzio per risolvere le situazioni. Ovviamente, i tifosi biancoazzurri non hanno nessuna colpa in questo momento. Infatti, le vere vittime sono soprattutto loro. Perché si doveva parlare esclusivamente di calcio.

E in queste settimane bisognava parlare soprattutto di calcio mercato, cercando di capire i giocatori pronti a sposare la causa biancoazzurra per conquistare la salvezza. E invece no. Si parla ancora una volta di vicende e problematiche societarie, sulle quali i tifosi hanno davvero poche colpe. Le domande sono tante e i supporters biancoazzurri sono sempre più delusi. Sarà possibile vedere la luce in fondo al tunnel? Davvero difficile, dobbiamo essere sinceri. In ogni caso, i 1500 abbonati vanno sicuramente tutelati.

Perché in estate hanno dato fiducia alla nuova società e adesso vivono con un grande punto interrogativo. Non resta che attendere. I tifosi, infatti, sperano che il prima possibile, il presidente Lamberti possa dire qualcosa sulla situazione, cercando di chiarire una volta per tutte quello che sarà il futuro di questo club. Perché i materani pensavano di parlare solamente di calcio. E tutto questo, sicuramente, con il calcio ha davvero poco a che fare.

Commenti

In tanti con la valigia in mano: Matera, torneremo mai a parlare di calcio?
Coppa Italia, i match del sabato - Cutrone lancia il Milan ai supplementari. Tutto facile per Juventus e Napoli: nessuna sorpresa