Primo Piano

USD MATERA - Ufficiale: deciso il campo dell'esordio. Arriva un'altra sconfitta al buonsenso

Roberto Chito
18.10.2019 19:40

Immagine d'archivio, FOTO: FONTE WEB

L’ufficialità è arrivata nel corso di una conferenza stampa indetta dall’Usd Matera: il match di domenica pomeriggio contro il Pietrapertosa che segnerà il debutto casalingo del neonato team materano, sarà disputato al centro sportivo Gaetano Scirea, sito in contrada San Giorgio. La società del club biancoazzurro ha davvero fatto di tutto per poter disputare la prima partita del proprio campionato alla stadio XXI Settembre-Franco Salerno.

All’amministrazione comunale, è stata data ampia disponibilità per scendere in campo domenica mattina alle ore 11.00, oppure sabato pomeriggio. Purtroppo, questo invito non è stato raccolto dal Comune che non ha portato il problema nemmeno nel consiglio comunale di ieri. Dunque, da questo punto di vista Palazzo di Città conferma di essere ancora una volta restio ai problemi del calcio cittadino e non sembra essere in grado di gestire le tre società materane, che purtroppo vedono disputare le partite casalinghe negli stessi giorni. Visto il numero di sostenitori che hanno seguito l’Usd Matera a Spinoso, circa una sessantina che per una Seconda Categoria è davvero un gran numero, l’affluenza per la prima in casa prevede un altro nutrito numero.

Il problema, non sono tanti gli spettatori da poter ospitare, visto che la tribunetta ne prevede circa duecento, ma i parcheggi. Sicuramente, domenica pomeriggio, alle ore 14.30, saranno tanti gli appassionati biancoazzurri che in astinenza da diversi mesi, vorranno rivedere rotolare il pallone sul campo. Come sarà gestita questa situazione? Sicuramente, il buonsenso poteva portare ad una collaborazione per poter accontentare un po’ tutti, visto che l’Usd Matera, al momento è la società più seguita dai cittadini materani.

GIRONE C - Rieti, si ripartirà da un esperto direttore sportivo. Ecco chi va in panchina
USD MATERA - Taccardi: "Grazie a sponsor e tifosi. Scirea? Magari ci stringiamo un po' tutti"