Tutto Serie C

GIRONE C - Il match delle 15.00: Catania tennistico al Partenio. Di Piazza trascina subito i rossoazzurri

Roberto Chito
25.08.2019 17:03

Matteo Di Piazza, FOTO: LA SICILIA

Di Piazza risponde a Marilungo. Sono i bomber i protagonisti di questa prima giornata. E il Catania, dopo la vittoria della Ternana di ieri sera non sbaglia. Anzi, arriva una vittoria incredibile: sei a tre all’Avellino, al Partenio. La squadra di Camplone parte con il piede giusto e dimostra di avere davvero tutto per poter dire la sua. Trascinata da un ottimo Di Piazza porta a casa i primi tre punti di questa stagione.

Parte subito forte il Catania che si fa vedere due volte con Sarno anche se l’Avellino risponde con Albadoro. Gli etnei, però, passano al 23’ con Di Piazza che sfrutta al meglio un ottimo assist di Pinto. Etnei sulle ali dell’entusiasmo e alla mezzora trovano anche il raddoppio. Fa tutto Lodi con una punizione dai trenta metri a scaricare il pallone in rete. Passano cinque minuti e arriva la reazione dell’Avellino: ci pensa Albadoro, a spingere in rete dopo una doppia parata di Furlan, non fallisce il tap-in. Catania che nel finale sfiora il tris con Dall’Oglio che spedisce il pallone di poco alto sopra la traversa.

Tris che però arriva ad inizio ripresa: Di Molfetta mette al centro per Di Piazza che con un pallonetto mette in rete. L’Avellino prova a reagire, affidandosi al solito Albadoro che si fa vedere due volte. Il Catania è cinico e spietato e dal 70’ diventa travolgente. Welbeck, neoentrato, lascia partire un bel tiro dal limite dell’area che si insacca all’angolino. Tre minuti dopo, arriva il pokerissimo: Mazzarani, dall’interno dell’area trova un bellissimo tiro al volo. Tre minuti, e arriva anche la sesta rete: Bucolo, appena entrato, in piena area, si trova un pallone che deve solamente spingere in rete.

Nel finale di partita, l’Avellino ha un lampo d’orgoglio. Al 78’ Di Paolantonio firma il sei a due, facendo tutto da solo. Passano tre minuti e i biancoverdi vanno nuovamente a segno. Ingenuità di Furlan che atterra Alfageme: è rigore per l’arbitro. Dal dischetto, Di Paolantonio non sbaglia, nonostante il portiere etneo intuisce. Il Catania, pensa a gestire anche se nel finale sfiora la settima rete: prima con Pinto, poi con una traversa di Catania va ad un passo da un altro sigillo.

GIRONE C - Dopo la Ternana tocca alle altre big: subito scontri diretti in avvio. Il programma
GIRONE C - Post Avellino-Catania, Camplone: "Facile dopo il gol". Ignoffo: "Ora il mercato"