L'Intervista

Calcagno: "Matera, idee chiare. Nuova proprietà? Ecco cosa penso"

Redazione TuttoMatera.com
26.07.2018 17:26

Umberto Calcagno dell'Aic, foto: Fonte Web

"Noi riteniamo che al Matera debba essere revocata l’ammissione al campionato e stiamo battendo per questo". A due giorni dal comunicato dell’Aic, è il vice presidente del sindacato dei giocatori a schierarsi contro il club biancoazzurro. Umberto Calcagno lancia nuove bordate alla società materana.

In un’intervista rilasciata al portale TuttoC.com, un rappresentante dell’Aic continua ad attaccare il Matera: "Non chiediamo che venga riscritta la classifica della passata stagione ma che i biancoazzurri vengano esclusi dal torneo che si appresta a cominciare. Credo che l’Aprilia vorrebbe che le mancanze del Matera vengano giudicate più severamente e, di conseguenza, comportante la retrocessione già nella passata stagione. I calciatori, hanno impugnato l’ammissione al campionato dei lucani. Secondo noi è illegittima la loro presenza nella prossima Serie C perché ci sono tesserati che non percepiscono stipendi addirittura da novembre".

Ovviamente, è un tiro al bersaglio contro il Matera e Umberto Calcagno non la finisce qui: "Il sistema delle Licenze Nazionali parla chiaro: per essere ammessi al nuovo campionato bisogna essere pagati fino a maggio, a meno che non ci sia un contenzioso in atto. Ma il contenzioso, e questo è sempre presente nelle norme, non deve essere temerario, come invece appare in tutta evidenza esserlo in questo caso. Abbiamo dei lodi deliberati, strumentalmente impugnati in Tribunale a Firenze".

Calcagno, poi, infine, si permette anche di giudicare la vicenda che in queste ore sta interessando la Lps, dopo la perquisizione nella sede dell’Avellino della Guardia di Finanza: "Non conosco la situazione ma, in linea generale, ribadisco quanto detto da tempo: i passaggi di proprietà nel nostro mondo e con determinate tempistiche sono spesso fioriere di brutte sorprese".

Commenti

Il Matera nel mirino di tutti: e il presidente Lamberti chiarisce
Matera, la nota del dg De Simone sul caso Lps: "Ecco cos'è accaduto"