Tutto Calcio

NAZIONALE - Mancini: "Era scontato soffrire un po' all'inizio. Il record? Sarà più importante vincere l'europeo rispetto alle nove vittorie"

Redazione TuttoMatera.com
15.10.2019 23:20

Il ct Roberto Mancini, FOTO: FIGC.IT

"Abbiamo faticato un po’ perché non abbiamo trovato subito il secondo gol, ma con tanti cambi ci poteva stare. Inevitabile metterci un po’ a trovare la giusta chimica tra nuovi". Sono le prime parole del ct Roberto Mancini nel corso della classica intervista post-partita seguita dalla grande goleada al Liechtenstein che gli azzurri hanno conquistato.

SUI TANTI CAMBI: "Ho avuto risposte positive, altre che possono migliorare. Ma è dovuto proprio al fatto che chi c'era oggi ha giocato poco insieme".

SUL RECORD DI VITTORIE: "Pozzo ha i due mondiali che sono più importanti delle partite vinte. A questo punto, mi accontenterei dell'europeo".

SU CRISTANTE E DI LORENZO: "Se erano qui, se hanno giocato questa sera vuol dire che crediamo nelle loro qualità e hanno meritato di scendere in campo. La cosa importante è vedere che tutti i ragazzi sono coinvolti".

SULLE SCELTE: "Purtroppo a giugno sarò costretto a fare delle scelte. Sicuramente chi resterà fuori sarà tagliato principalmente per una questione di numeri, visto che alla Uefa dobbiamo presentare una lista limitata rispetto a quella di cui possiamo disporre".

NAZIONALE - La nona perla arriva con un bel pokerissimo al Liechtenstein: un doppio Belotti per un finale super. La cronaca
NAZIONALE - Belotti: "Vaduz mi porta molto bene. Il percorso? Non era facile ripartire ma Mancini ha toccato le corde giuste"