Gli Azzurri

Nazionale, parla Insigne: "Primo posto difficile, ma non lasceremo nulla di intentato. Ancelotti fondamentale, ecco cosa mi ha trasmesso"

Redazione TuttoMatera.com
15.11.2018 09:50

L'attaccante Lorenzo Insigne, foto: Figc.com

"Il primo posto nel girone è difficile ma non è impossibile. Con l’Ucraina e la Polonia si è visto un miglioramento, possiamo mettere in difficoltà il Portogallo e dobbiamo dare una grande risposta davanti ai nostri tifosi". Parla Lorenzo Insigne, sicuramente il giocatore azzurro che più di tutti vive un gran momento di grazie in questo periodo.

Dal Napoli all’Italia, sempre con lo stesso obiettivo di far bene: "È la mia miglior stagione da quando gioco a Napoli. Sto andando bene, anche in fase realizzativa, sono molto contento e spero di continuare così. Ancelotti ha sempre il sorriso, è difficile litigarci anche quando ti manda in panchina: credo di averlo incontrato troppo tardi. È la persona più umile al mondo e credo che questa sia la sua forza, quella che gli ha permesso di vincere tanto sia come giocatore che come allenatore. Da tre anni a Napoli siamo sempre gli stessi, in Nazionale ci vediamo una volta al mese ed è più difficile. Con questa maglia darò sempre il massimo, cercando di portare insieme ai miei compagni l’Italia il più in alto possibile".

Da novembre 2017 a novembre 2018. Anche Insigne, torna su quanto accaduto un anno fa: "Fa male pensarci. Più che la panchina di quella sera, mi fa male pensare che non ci siamo qualificati. Ho sempre accettato le scelte di Ventura perché le ho sempre ritenute le migliori secondo il suo punto di vista. In questa Nazionale c'è più consapevolezza perché parecchi di noi giocano in competizioni europee e ci confrontiamo nei club con grandi campioni".

Commenti

Verso il derby lucano - In attesa del campo, arriva un gran segnale sugli spalti: Potenza-Matera, ecco quanti saranno al Viviani
Reggina, clamorosa decisione del patron Praticò: "Questa la mia scelta". Ora cambiano gli scenari della stagione? La situazione