Primo Piano

Poche risposte dai materani: adesso scatta il Piano B. Ripoli e Andrisani valutano altre piste

Roberto Chito
06.09.2018 19:55

Il presidente Andrisani e l'avvocato Ripoli, foto: Sandro Veglia

È scattato ufficialmente il Piano B. Dopo il nulla di fatto con i materani, il club capeggiato da Vitantonio Ripoli e Nicola Andrisani hanno guardato avanti. Il loro progetto di voler dare un futuro stabile al club biancoazzurro va avanti, nonostante dalla Città hanno ricevuto poche risposte, con un misero contributo. Il progetto dei due soci, invece, è molto più ampio.

Visto che dalla Città dei Sassi nessun imprenditore si è fatto avanti, ovviamente scatta il Piano B: cercare, da fuori, imprenditori che possano sposare questo progetto, o perché no, rilevare la società e avviare un proprio. Nell’incontro-conferenza di ieri, Ripoli e Andrisani sono stati chiarissimi: sono pronti a farsi da parte in qualsiasi momento, basti che arrivi qualcuno che possa dare al Matera Calcio il miglior futuro possibile. Dopo l’incontro in Comune, i due soci, nella serata di ieri hanno cominciato a battere diverse piste. Sembra che ci siano alcune trattative in atto, che ovviamente è giusto che rimangano top secret. Inutile fare nomi, magari poi, sarà un altro nulla di fatto. Sicuramente, Matera fa gola. In vista dell’evento di Capitale Europea 2019, alcuni imprenditori potrebbero vederlo come un investimento importante.

Anche perché, oggi il piatto è abbastanza ricco di contenuti. C’è una squadra che vale 1.6 milioni e con valorizzazioni e contributi, si può ottenere un’ottima cifra a fine stagione. Dunque, per i possibili acquirenti le certezze ci sono eccome. I bilanci, poi, sono stati dichiarati a più riprese. Insomma, il duo Ripoli-Andrisani ha cominciato a battere altre piste, con un unico obiettivo: creare una società forte e soprattutto dare un futuro stabile al calcio biancoazzurro. Che questi tentativi siano più fortunati rispetto a quelli fatti con i materani? Per storia e tradizione, la Città dei Sassi da questo punto di vista, ha quasi sempre lasciato a desiderare.

Da fuori, invece, le cose sono un po’ diverse. E chissà se qualche imprenditore non possa innamorarsi dei colori biancoazzurri, o se semplicemente veda il Matera Calcio come investimento, come ha fatto De Laurentiis, a Bari. Perché il calcio è un’azienda, un’impresa. Non bisogna per forza essere legati dalla passione per poter investire in un club di calcio. Il futuro si gioca in queste settimane. Il duo Andrisani-Ripoli è pronto a giocare la partita più importante di queste ultime settimane.

Commenti

Verso il Cosenza: il Matera prepara al meglio l'ultimo test
La palla passa al Coni: tutti in attesa del Collegio di Garanzia. La situazione