Primo Piano

La paradossale situazione del Matera: tante trattative, nessuna chiusura. E adesso, quale futuro?

Roberto Chito
01.08.2018 10:34

La sede del Matera Calcio, foto: TuttoMatera.com

E alla fine si è risolto tutto in un nulla di fatto. La giornata di ieri è stata abbastanza intensa per il futuro del Matera. Dopo una giornata intensa e convulsa, è naufragata anche la trattativa con il gruppo di Ruvo di Puglia, capeggiato dall’imprenditore Vito Ippedico. L’ennesimo nulla di fatto che non ha fatto altro che provocare un grande caos societario senza fine, e soprattutto senza precedenti.

La confusione, in queste ore è davvero tanta. I tifosi materani hanno aspettato l’evolversi della situazione speranzosi si assistere ad una svolta che alla fine non c’è stata. E così, il Matera da volerlo tutti, non se l’è più preso nessuno. Una situazione davvero grottesca e paradossale. Ma cos’è successo nella giornata di ieri? A cominciare dalla mattinata, sono cominciata una serie di trattative. Addirittura si era fatto avanti un gruppo di imprenditori materani, capeggiati da Nico Andrisani che aveva manifestato la sua volontà, manifestando al club la richiesta d’acquisto. Lo stesso Andrisani, sui vari gruppi social ha dichiarato di essere stato presidente del Matera per una mattinata intera. Poi, il nulla di fatto.

A quel punto, la strada sembrava essere spianata per trattativa con il gruppo pugliese di Ruvo di Puglia capeggiato dall’imprenditore Vito Ippedico. Nella mattinata di ieri c’era fiducia da parte di quest’ultimo, tant’è che contattato telefonicamente dalla Redazione di TuttoMatera.com, aveva dato buone percentuali della riuscita della trattativa. Nel pomeriggio, però, sono sorti nuovi problemi, e in serata, verso le 20.00 la trattativa è naufragata del tutto. L’ultimo passo di una vicenda davvero paradossale e soprattutto grottesca. Si conclude così l’ennesima giornata del tormentone Matera.

Una situazione incredibile, alla vigilia del derby contro il Potenza che rischia di danneggiare ancor di più i biancoazzurri. Infatti, se si scenderà o meno in campo, il rischio è quello di una figuraccia senza precedenti. E ovviamente, ad essere danneggiati in tutto questo, sono solamente i tifosi che non possono far altro che assistere a questa situazione. La speranza, però, come si suol dire è sempre l’ultima a morire: i tifosi biancoazzurri non possono che aspettare che si arrivi ad una conclusione.

Commenti

Buongiorno Mercato - Catanzaro e Casertana, testa a testa per una punta. Monopoli, due idee per l'attacco. Paganese, colpo a centrocampo
La Serie A in tv: la Lega di Serie A ha deciso la copertura televisiva dei primi tre turni